Silvia Michelotti torna sul palco col cd in friulano e le su rime di Wilde

S’intitola “Il princip content e altri contis”. Concerto alle 18 a Paluzza “Sot de Torate”

La produzione musicale in lingua friulana è sempre viva, vitale e “fuarte” e in questi giorni non mancano le occasioni per verificarlo, dal vivo e su cd. La prima opportunità è rappresentata dall'appuntamento in programma oggi, con inizio alle 18, davanti alla Torre Moscarda di Casteons di Paluzza. L'evento si intitola “Furlan inTor” e segna il ritorno dei concerti “sot de Torate” con l'esibizione di tre personalità della canzone d'autore “par furlan”, dalla Carnia alla pianura.

La chiusura della mini-rassegna paluzzana è affidata a Massimo Silverio, accompagnato per l'occasione da Paolo Forte e Flavio Bortuzzo, che presenterà in versione acustica un interessante campionario delle sue canzoni “oblique”, a cavallo tra folk e sperimentazione. Prima di lui è annunciato un altro apprezzato menestrello “cjargnel”: si tratta di Alvise Nodale, che insieme a Veronica Urban e Luca Luca Zerilli Luthier sottoporrà all'attenzione del pubblico anche alcuni brani inediti. Il compito di aprire l'intero programma è affidato a Silvia Michelotti, che dopo un periodo di silenzio ha ripreso la sua attività.


Autrice e interprete ispirata di canzoni ad alta intensità melodica, a cavallo tra pop, folk e rock, Silvia Michelotti più o meno quattro lustri fa si era imposta all'attenzione di pubblico e critica con gli album “Sono lagrimis o stelis” e “Alis”, entrambi pubblicati dall'etichetta di Radio Onde Furlane “Musiche Furlane Fuarte”, e con una serie di concerti, in Friuli ed altrove. Il suo ritorno conferma quanto di buono già si sapeva, con un'aggiunta ulteriore di maturità compositiva ed espressiva.

Il tutto potrà essere verificato dal vivo oggi e, con più calma, anche nel suo nuovo disco, di imminente uscita, dal titolo “Il princip content e altris contis”. Il cd propone cinque brani che prendono ispirazione da altrettanti testi di Oscar Wilde. Quelle fiabe, scritte dall'autore irlandese per mettere a nudo le contraddizioni della morale borghese vittoriana, conoscono nuova vita “par furlan” e con una veste musicale che unisce attitudine rock ed elettronica e si confermano di grande attualità. E sempre Silvia domani sarà a Moena, in Val di Fassa per presentare il suo nuovo lavoro. —
 

Video del giorno

Faccia a faccia tra il direttore Massimo Giannini e Carlo Petrini sul futuro del cibo e la sostenibilità

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi