Un cd inciso durante il lockdown e le canzoni sulla pandemia: ecco chi è don Roberto, il prete rock

Don Roberto Rinaldo, classe 1977, è l’ultimo di 4 figli, originario di Treviso ed è sacerdote dal 2014, dal 2018 è parroco di Galleriano, Santa Maria e Sclaunicco di Lestizza, e durante il lungo periodo di lockdown si è scoperto cantautore rock. I lunghi mesi passati in solitudine nella sua casa canonica a Galleriano li ha dedicati a scrivere canzoni. È così che ha ritrovato una grande passione che lo accompagna fin da bambino, ma che non ha mai espresso apertamente: la musica.

#Andràtuttobene, la canzone di don Roberto fa il giro dei social e spopola su Youtube



Nasce in modo spontaneo l’idea di un album musicale intitolato “Libertà” e firmato Rob Delay (nome d’arte di don Roberto Rinaldo). Il giorno dopo la fine del lockdown contatta lo studio di registrazione, Angel’s Wings Recording Studio di Pantianicco, ed entra subito in sala per incidere il primo disco della sua carriera artistica. Si è presentato in studio in jeans, maglietta, una collana con la croce e la sua chitarra, una veste decisamente molto rock!

I nove brani contenuti nell’album, registrati in presa diretta in un contesto acustico chitarra, armonica a bocca e voce, sono il frutto del suo percorso artistico genuino e sincero. Le sue canzoni sono un grido di condanna di fronte al dolore cosmico ma anche un inno di speranza, di rinascita e di amore verso le persone.

«Nel dolore di una solitudine sociale atipica – dice don Roberto Rinaldo – nasce il mio percorso artistico introspettivo nel quale inizio ad analizzare me stesso ed il mondo sul perché di un oggi così difficile da accettare. Perché è accaduto? Chi è il responsabile di tutto ciò? Siamo soli? C’è Dio? Domande che dovrebbero sorgere nell’intimo di ogni essere umano che vive in spirito e verità la propria esistenza. A queste domande rispondo con le canzoni. In esse c’è sofferenza, causata dalla realtà nuda e cruda che ci circonda, ma anche amore che nasce dall’incontro con il trascendente e con l’altro, il prossimo, che si identifica nell’amicizia vera e consolidata o nell’empatia verso il povero anonimo dimenticato da tutti».

Il suo percorso nella musica è appena iniziato e sta ottenendo di giorno in giorno sempre maggiori consensi. Don Roberto racconta che molte persone lo hanno chiamato e gli hanno scritto per complimentarsi. Tutto ciò lo ha spronato a proseguire scrivendo canzoni nuove: ne ha scritte talmente tante che è già in programma un nuovo album, che probabilmente uscirà in primavera.

Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi