Tish riparte da Gorizia, “Rido male” scala le classifiche

GORIZIA. L’universo dei talent show è costellato da meteore, prepotentemente entrati nell’elenco dei successivi stagionali ma che, altrettanto velocemente, scompaiono dai radar. Capita soprattutto se il soggetto in questione rimane ancorato a quell’esperienza televisiva, che certamente conferisce tanta notorietà ma che, viceversa, fa calare inevitabilmente una patina di “già visto e sentito” su ogni sua creazione. Sopravvive chi si evolve, come in natura, e chi riesce a mantener un legame forte con il pubblico dei più giovani, dove i dischi di platino hanno lasciato il posto agli stream sulle piattaforme online.

Tish è certamente un nome che ha saputo andare in questa direzione. Al secolo Tijana Borić, la 20enne – nata nella Repubblica Serba di Bosnia-Erzegovina – vive a Gorizia fin da quando aveva tre anni. Da qui ha mosso i primi passi nella musica, fino al balzo nel 2018, con la partecipazione al programma tv “Amici di Maria De Filippi” che l’ha fatta conoscere in tutta Italia. Un’esperienza terminata con l’eliminazione in semifinale, ma il pubblico ha continuato ad amarla, soprattutto nella sua città, come ha testimoniato il bagno di folla nel settembre dello scorso anno per il suo concerto in Villa Coronini-Cronberg. Un successo inimmaginabile per la giovane cresciuta “a pane ed Amy Winehouse”, con quelle tinte soul e jazz che si intrecciano ancora oggi nei suoi testi e melodie.


Da allora, n’è passata di acqua sotto i ponti e molte cose sono successe. In particolare una: l’uscita del suo primo brano inedito in italiano, “Rido male”, che in circa un mese ha raggiunto oltre 100 mila ascolti su Spotify.

«Non mi aspettavo un successo simile in così poco tempo – racconta la cantante, che nonostante gli impegni in tutta la Penisola è sempre rimasta legata a Gorizia –, vuol dire che il pubblico ha amato questa canzone così come l’ho amata io».

Il singolo è solo il primo step di un un progetto molto più ampio, destinato a venire alla luce nei prossimi mesi.
«È l’inizio di un lungo percorso – spiega –, sono veramente contenta della reazione dei fan, anche perché erano quasi due anni che non pubblicavo nulla e tutto ciò è stato una scommessa”.

Nei suoi testi c’è molto della sua terra e della sua formazione...
«Da piccola ho fatto le scuole slovene, aiutandomi così ad avere la mente aperta. Non mi sono mai limitata ad approcciarmi a cose nuove».

Nello stesso videoclip di “Rido male”, si intravvedono gli inconfondibili tavoli del centro storico, meta dei sabati sera suoi e di tutti i giovani della zona.
«Questa è la città più bella che ci sia, quando penso a lei penso alle persone che amo e che mi ispirano. Ho girato tutta l’Italia ma nulla è come questo posto».

Da qui, quindi, riparte il percorso della 20enne, oggi sotto contratto con la Sony, che punta a raggiungere nuovi successi. Aspettando anche di poter tornare a suonare dal vivo, quando l’emergenza sarà terminata.
 

Carciofi crudi, pere e gorgonzola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi