In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Chiude la mostra Contrappunto Il Comune acquista tre quadri

Due delle opere esposte entrano nella collezione di Casa Cavazzini a Udine Autori Gaetano Bodanza e Maria Elisabetta Novello. In arrivo un dipinto di Borta

2 minuti di lettura

Francesca Agostinelli

Vania Gransinigh

Chiude i battenti Contrappunto, la mostra che in Casa Cavazzini mette in dialogo gli artisti della contemporaneità con i maestri presenti nelle collezioni museali. Una mostra che ha aperto il 24 settembre, ha conosciuto, pur con il contingentamento degli accessi, una vita fortunata fino al 6 novembre quando, a seguito del Dpcm, ha chiuso i battenti. Programmata sino al 10 gennaio quindi non riaprirà: le riaperture museali sono previste solo per il 15 di gennaio e già qualche dubbio in merito si va insinuando vista la tenacia del virus. Nelle sale del Museo in Via Cavour è ora in corso il disallestimento che lascia spazio ai lavori di adeguamento che Casa Cavazzini da tempo ha programmato.

È quindi il momento di bilanci per una mostra che dei tempi Covid ha conosciuto ogni misura e stato d’animo. Nonostante la chiusura anticipata, l’esposizione ha avuto un lusinghiero riscontro di pubblico che, nei limiti del possibile, ha partecipato attivamente anche alle visite guidate organizzate, durante il mese di apertura, grazie alla collaborazione dei protagonisti di questo importante progetto: Bruno Aita, Gaetano Bodanza, Alfonso Firmani, Maria Elisabetta Novello, Isabella e Tiziana Pers, Anna Pontel e Stefano Tubaro.

Ma se Contrappunto chiude, si affaccia un elemento di novità: dopo 20 anni riapre infatti la commissione acquisti del Comune di Udine che guarda soprattutto agli artisti di questa mostra per acquisire nuove opere museali. «Nel 2020 – evidenzia l’Assessore Fabrizio Cigolot – il Comune di Udine ha finanziato nuovamente il capitolo di spesa del bilancio annuale con una cifra dedicata all’acquisto di testimonianze artistiche che rappresenteranno, all’interno delle raccolte museali, la migliore creatività contemporanea sul territorio. Assieme a Gaetano Bodanza e a Maria Elisabetta Novello presenti nella mostra Contrappunto, farà il suo ingresso in museo anche un dipinto di Gianni Borta che festeggia quest’anno i suoi ottant’anni, un riconoscimento dovuto ad un maestro del nostro Friuli».

Ma le novità non sono tutte qui: gli acquisti, infatti, potranno essere effettuati anche in futuro, vista la continuità di copertura finanziaria assicurata all’operazione anche per il 2021 e il 2022.

A favorire gli acquisti è stata anche la disponibilità degli artisti che, nel caso di Contrappunto, in forma di ringraziamento per la positiva collaborazione con il Comune di Udine hanno reso disponibile una delle loro opere a una quotazione davvero fuori dai valori di mercato.

Vale ricordare che Maria Elisabetta Novello (1974) è artista riconosciuta a livello internazionale, vincitrice di importanti premi a iniziare, nel 2007, con il primo premio nel concorso Maninfesto indetto dal Centro di Arte Contemporanea di Villa Manin diretto da Francesco Bonami, cui segue, tra gli altri, il Blumm Prize e il Premio della Fondazione Vaf in collaborazione con il Mart di Rovereto; la mostra che ha preceduto Contrappunto la vedeva a Roma, presso la Galleria Nazionale di Arte moderna.

Anche Gaetano Bodanza, come gli altri protagonisti di Contrappunto, non era presente nelle collezioni museali nonostante la sua ricca e interessante attività che lo ha portato da Parigi a New York, dal Palazzo dei Diamanti a Palazzo Grassi senza dimenticare le sue presenze qualificate e in alcuni casi memorabili nel territorio e nella nostra città.

Se l’esposizione ora chiude, Contrappunto continua e diventa un progetto di cui questa mostra diviene prima edizione. Con cadenza biennale porterà nel cuore cittadino gli artisti del territorio, con uno sguardo allargato al panorama nazionale che con maggiore interesse può inserirsi in un dialogo con il patrimonio del museo.

Se l’obiettivo di Contrappunto è infatti quello di valorizzare l’arte contemporanea inserendola in un processo di qualità civile e urbana, il progetto mira anche alla rivitalizzazione del museo attraverso la riattualizzazione della forza propulsiva delle opere del patrimonio civico attraverso gli sguardi dell’oggi. –





I commenti dei lettori