Contenuto riservato agli abbonati

Il Volo del Jazz sarà dal vivo, sul palco a Sacile anche la star Katché: il via il 15 con Zorro e Toffolo

Dal 15 maggio al 12 giugno cinque concerti: Manu Katché atteso il 5 giugno

Torna dal 15 maggio, nel teatro Zancanaro di Sacile, recuperando cinque concerti dell’edizione 2020, la sedicesima edizione del Volo del jazz di Circolo Controtempo, costretta alla sospensione nell’ottobre scorso. «Ripartiamo innanzitutto in sicurezza e con prudenza – sottolinea la presidente Paola Martini – e anche per rimettere in moto il comparto dei lavoratori della cultura, che è fermo da un anno.

E offriremo al pubblico cinque occasioni per ascoltare e vedere alcune fra le punte di diamante del jazz italiane e straniere».

Cinque gli appuntamenti, dunque, da sabato 15 maggio a sabato 12 giugno, con la novità dell’orario dei concerti anticipato alle 18.30 (per rispettare il coprifuoco); biglietti e abbonamenti acquistati nel 2020 restano validi per i nuovi spettacoli, da oggi le prevendite per i nuovi sul circuito Vivaticket.

Il primo appuntamento è con uno dei jazzisti italiani più blasonati e internazionali e il suo gruppo, Francesco Bearzatti Tinissima, in “Zorro”, al Volo del jazz in una versione esclusiva, una prima assoluta arricchita dal live painting del pordenonese Davide Toffolo frontman dei Tre allegri ragazzi morti.

Sabato 22 maggio, alle 18.30, sarà la volta di “Cosmic Renaissance”, con il quintetto plasmato dal trombonista Gianluca Petrella.

Giovedì 27 maggio appuntamento speciale con Francesco Cafiso 4et e l’Accademia Musicale Naonis diretta da Valter Sivilotti, in “A tribute to Charlie Parker”, concerto dedicato al grande musicista e compositore del quale ricorreva nel 2020 il centenario della nascita.

Sabato 5 giugno, imperdibile il concerto del batterista e percussionista francese Manu Katché, noto per aver collaborato con star della musica rock del calibro di Peter Gabriel, Sting, Dire Straits, Tracy Chapman.

Sabato 12 giugno, gran finale per “Piano solo”, con il concerto del pianista finlandese Iiro Rantala, vero maestro del pianoforte moderno senza confini, "un fenomeno naturale sui tasti" (così lo ha definito “Jazz thing”). Info: www.circolocontrotempo.org —

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi