Andar per castelli nel Nord Est: “Mirabilia” racconta i loro segreti

Gianni Virgilio completa il viaggio alla scoperta dei manieri con il decimo volume. Anche le analisi di antiche costruzioni presenti in Trentino, Carinzia e Slovenia

Ci sono proprio tutti. Il più famoso, anche per motivi letterari, grazie al genio di Ippolito Nievo, è il castello di Colloredo di Monte Albano, costruito a partire dal 1302 quando il patriarca Ottobono diede il consenso a una nobile stirpe di origine germanica apparsa dalle nostre parti al seguito dell’imperatore di turno.

E c’è la casaforte della Brunelde, documentata per la prima volta nel Duecento quale dimora protetta da recinti murati e palizzate, per essere poi rifinita dai conti d’Arcano come luogo di riposo e caccia nella zona di Fagagna.

Tra i suoi ospiti illustri lì apparve nel 700 anche il celebre cantante Farinelli. Volti, storie, coincidenze cruente o poetiche, che ci arrivano da quell’immenso scrigno che racchiude costruzioni mai banali o ripetitive, essendo ognuna originale nella sua specificità, scaturita dalle esigenze difensive, dalla particolarità del luogo in cui vennero erette e anche dalla fantasia dei committenti.

Per averne un’idea, basta ricorrere ancora al Nievo che nelle sue “Confessioni”, parlando di Fratta, ma avendo in testa il castello dei Colloredo, alla cui dinastia era imparentato per ramo materno, lo presentava così: «In tutti i miei viaggi non mi è mai accaduto di veder fabbrica che disegnasse sul terreno una più bizzarra figura, né che avesse spigoli, cantoni, rientrature e sporgenze da far meglio contenti tutti i punti cardinali e intermedi della rosa dei venti».

Per conoscere meglio questo mondo sorprendente c’è un nuovo libro, concepito durante il “lockdown” in quanto il suo autore, l’architetto udinese Gianni Virgilio, non potendo viaggiare per mesi, vi ha condensato le meraviglie viste, descritte e documentate nella sua ultratrentennale attività di appassionato indagatore messosi sulle tracce di questi luoghi, situati a due passi da noi eppure, al di là della spettacolarità, immersi quasi in una nuvola di discrezione e segretezza. Ne è nato il libro intitolato “Mirabilia.

151 opere fortificate a Nord Est e dintorni”, 350 pagine pubblicate da Andrea Moro che rappresentano la decima e conclusiva tappa di una eccezionale impresa editoriale. Come spiega nelle premesse lo stesso Virgilio, si tratta di «una sorta di “greatest hits” dei castelli o, se volete, di una sorta di “platinum collection” per raggruppare al meglio tutto ciò che ho studiato, analizzato e raccolto in ambito castellano dal 1989 sino a oggi».

Il campo d’azione è quello disegnato dai territori appartenuti al glorioso patriarcato aquileiese, zone che meritano di essere scrutate con curiosità perché custodiscono storie inedite e panorami mozzafiato. In questo volume, che reca un saluto del sindaco di Udine, Pietro Fontanini, l’architetto Virgilio ha collaborato con Fiorenzo Degasperi, Silvester Gaberscek e Wilhelm Deuer per i testi che, partendo da Friuli Venezia Giulia e Veneto, spaziano pure su Trentino Alto Adige, Tirolo, Carinzia, Slovenia, Istria. Il viaggio comincia e si conclude simbolicamente con due magici omaggi a Dante grazie ai disegni a china eseguiti da Gabriele Matteo Virgilio che, ispirandosi a Gustave Dorè, vi raffigura il poeta mentre si avventura nella selva oscura e poi, al termine del cammino, nel momento in cui torna nel “chiaro mondo” e attraverso un pertugio può finalmente riveder le stelle.

Anche il decimo racconto sui castelli contiene un po’ questo messaggio e invita i lettori a rimettersi appena possibile in movimento, seguendo pagine ricche di notizie, immagini e suggestioni proposte con occhio acuto e professionale dal nostro Virgilio dei castelli, magari riscoprendo in occasione degli itinerari un romanzo poco noto, scritto dal premio Nobel svedese Eyvind Johnson. Parla del Friuli e del periodo in cui cominciò, nelle zone di confine, l’epopea dei castelli. Si intitola “Il tempo di Sua Grazia”. 


 

Video del giorno

Tokyo 2020, Federica Pellegrini scatenata su Instagram: ecco il suo balletto con Martina Carraro

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi