Mittelland, in 20 paesi con la Mappa parlante

Presentata la piattaforma di eventi previsti durante l’anno. Un Qr code sulla cartina permette di ascoltare videostorie

La pista battuta dal “nuovo” Mittelfest, che nell’edizione del trentennale conferma, sì, la sua storica essenza di ponte culturale fra i popoli della Mitteleuropa ma la rinvigorisce e rinfresca con una serie di innesti, è quella degli agganci territoriali, nel maggior numero possibile, perché è da lì che si attendono gli effetti più proficui a livello promozionale.

Ecco così Mitteland, piattaforma di collaborazioni e relativi eventi – da spalmare su tutto l’arco dell’anno – varata appunto per valorizzare la vocazione turistica della città ducale e dintorni, e a catena la Mappa parlante dei 20 Comuni che compongono la “cintura” cividalese: e proprio la Mappa, realizzata dalla Fondazione Radio Magica Onlus – su commissione e con il sostegno di Mittelfest – grazie a un lavoro di comunità, partito dalla base, ovvero dalla gente, è stata presentata ieri al pubblico alla presenza del ricco team di partner dell’operazione.

La versione cartacea, già di per sé accattivante (le illustrazioni sono di Anna Forlati) spalanca un mondo di racconti e curiosità su tanti luoghi del cuore, indicati dagli abitanti dei centri coinvolti e dunque specchio di un legame affettivo reale, non artefatto. Un Qr Code presente sulla cartina o reperibile sui siti di Radio Magica e Mittelfest consente di accedere alla versione digitale “parlante”, appunto, ascoltando e vedendo le audio e video-storie prodotte, ognuna delle quali identificativa di una singola municipalità.

La Mappa parlante, per il momento in italiano (seguiranno le traduzioni in sloveno e tedesco), è navigabile da Web App grazie al Sasweb Lab dell’Università degli Studi di Udine. E con la presentazione ufficiale, avvenuta in una delle proprietà dell’azienda vinicola di Annalisa Zorzettig, main sponsor di Mittelfest, può considerarsi pienamente avviata l’esperienza di Mitteland, «con la quale – ha rilevato il presidente dell’Associazione Mittelfest, Roberto Corciulo – il festival riafferma con forza il suo ruolo di catalizzatore delle politiche di valorizzazione turistica della Regione».

Nelle parole del direttore artistico del festival, Giacomo Pedini, la sintesi di tutti gli interventi susseguitisi: la Mappa, ha detto, è un ottimo viatico per approcciare il territorio o approfondirne la conoscenza in modo inedito, scoprendo le peculiarità di una Mitteland in cui fusione e contaminazione sono patrimonio dalle radici millenarie. Ed Elena Rocco, responsabile di Radio Magica e curatrice del progetto, nella piantina dialogante vede un incentivo anche agli spostamenti su due ruote: con il suo gruppo è arrivata alla conferenza stampa, da Udine, in bicicletta. Foltissimo il parterre dei relatori, a riprova dell’ampiezza della rete di collaborazioni intessute dal presidente Corciulo e sfociate, fra l’altro, nel varo di una cashback card contrassegnata dal logo di Mittelfest.

E fra le sinergie intraprese c’è pure quella con il debuttante festival di fascia confinaria Ikarus (coordinato dal Comune di Stregna e forte di un’infinità di partnership), che grazie alla sua particolarità e alla ramificazione della proposta ha sbaragliato la concorrenza in un bando nazionale che aveva raccolto ben 640 candidature. 


 

Video del giorno

Roma, bambina di due anni si siede sul davanzale della finestra salvata dalla polizia

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi