La città come grande palcoscenico: prende il via la festa di Piano city

Fino a domenica a Pordenone 55 concerti in tutti gli spazi del centro. Al Capitol un omaggio al grande musicista Saint-Saens

Sarà festa della musica e nello specifico del pianoforte da oggi, a Pordenone, dove la terza edizione di “Piano city” fino a domenica porterà in ogni angolo della città, all’aperto ma anche in spazi chiusi, ben 55 concerti, tutti a ingresso gratuito. Per la prima giornata, in attesa dell’inaugurazione serale al Capitol, gli eventi all’aperto prenderanno il via alle 15.30 distribuiti fra la Loggia del Municipio, la corte privata di Palazzo Policreti e il parco San Valentino dove alle 16.30 tornerà la staffetta delle scuole di musica del territorio, concerto a cui parteciperanno giovani musicisti selezionati dalle scuole musicali private e pubbliche, momento simbolico della manifestazione.

Alle18.30 primo degli ospiti speciali sarà il pianista partenopeo Luis Di Gennaro. Sempre nel segno dei giovani, alle 17, sotto la Loggia, spazio ad alcuni giovani talenti del pianoforte, Matteo Bortolazzi Antonio Gusmaroli Filippo Alberto Rosso, preceduti alle 15.30 da Mojca Pregeljc e seguiti da Stefano Ghisleri alle 18.30, per concludere alle 21 con le suggestioni di Fiamma Velo. Corte Policreti, spazio che simboleggia gli House Concert, sarà colorata di musica da Massimiliano Turchi, Luca Delle Donne ed Emanuele Filippi.


Per il “taglio del nastro”, al Capitol, alle 21, sarà proposta una delle partiture più significative omaggio ai pianisti di ogni epoca, l’ironico “Carnevale degli animali”, di Camille Saint-Saens (1835-1921), concerto per orchestra da camera nel centenario dalla morte del compositore.

Scrittura dai toni umoristici e canzonatori nei confronti dei pianisti e dei musicisti dell’epoca, sarà eseguita al pianoforte dal pianista, concertista e didatta Pasquale Iannone e dal pianista Leonardo Colafelice, accompagnati da un’orchestra di archi e di fiati composta da Giada Visentin ed Eleonora De Poi ai violini, Jessica Orlandi alla viola, Marco Venturini al violoncello, Alessandro Bizzarro al contrabbasso, Lucija Kovacevic flauto e ottavino, Nicola Bulfone ai clarinetti e Francesco Tirelli alle percussioni. L’esecuzione sarà accostata alla scrittura teatrale inedita e alla performance commissionata al duo comico I Papu, in un inedito e ironico concerto teatrale.

“Piano City Pordenone” è curato da Bruno Cesselli, Lucia Grizzo e Antonella Silvestrini ed è organizzato dal Comitato Piano City Pordenone in collaborazione con il Comune, con il sostegno della Regione e della Fondazione Friuli oltre che da istituzioni e sponsor privati. Fra gli appuntamenti che arricchiscono il programma, nella Casina Liberty di Palazzo Querini, “My Mother Cleaning my Father’s Piano”, opera d’arte presente anche nella collezione del MoMA di New York, dell’artista britannico Jonathan Monk. Info e prenotazioni:- www.pianocitypordenone.it . 
 

Video del giorno

A Trieste la proposta di matrimonio di Salvatore alla sua Carla nel linguaggio dei segni

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi