Da Einaudi a Colapesce e Dimartino: tornano le emozioni di “No Borders”

In questo weekend i primi concerti sul palco dei Laghi di Fusine. Sabato il compositore e pianista, domenica il duo rivelazione di Sanremo

TARVISIO. Il ritorno della musica, che è al tempo stesso ritorno alla vita. Un balzo indietro nella nuova normalità, senza però scordare la ritrovata simbiosi con la natura, un lascito della pandemia da non sprecare. Proprio musica e natura, come due vecchie amiche, sono pronte a rincontrarsi al “No Borders Music Festival”. La rassegna - organizzata dal Consorzio di promozione turistica del Tarvisiano, Sella Nevea e Passo Pramollo, in collaborazione con Regione Fvg, PromoTurismoFvg, Fondazione Friuli, Crédit Agricole Friuladria, BIM, Comune di Tarvisio, Allianz Assicurazioni, Comune di Chiusaforte, Idroelettrica Valcanale, Birra Nastro Azzurro, ProntoAuto e Mastertent - è ormai una tradizione consolidata e d’eccellenza, un’occasione per unirsi alla rimpatriata tra suono e territorio, emozioni in spalla.

A inaugurare la 26ª edizione della rassegna, sabato 24 luglio ai Laghi di Fusine, il pianista e compositore Ludovico Einaudi. Accompagnato da Federico Mecozzi (violino) e Redi Hasa (violoncello), il maestro porterà in scena la magia naturale di una musica che invade la parte più intima dell’anima. Sul palco “Seven Days Walking”, l’ultimo progetto discografico dell’artista, che nasce proprio dall’intimo rapporto del pianista con la natura e, in particolare, con la montagna.


Il giorno seguente, con un ammaliante cambio di genere, andranno invece in scena Colapesce e Dimartino. Il duo dall’inconfondibile identità stilistica si esibirà in acustico, con il paesaggio dei Laghi di Fusine a fare da amplificatore naturale: «È un ottimo modo di ricominciare, con una fruizione così universale, con l’uomo, la natura e la musica. Trovarci al cospetto di queste montagne sarà un bel colpo d’occhio anche per noi».

E di certo non mancherà il tormentone sanremese “Musica leggerissima”: «Il successo di questa canzone è un incidente – ha spiegato Antonio Di Martino –. Quasi sempre il successo arriva in maniera inaspettata, è qualcosa che non calcoli. “Musica leggerissima” è un brano che abbiamo scritto per noi, che parlava di noi stessi, del nostro buco nero e quando è uscita in molti si sono rispecchiati in questa attitudine, ognuno affezionandosi a caratteristiche diverse del pezzo».

Prima dei due cantautori siciliani, sul palco del “No Borders” domenica prossima saliranno anche Emma Nolde e Angelo Trabace. Gran finale di giornata il piano solo di Dardust.

I biglietti per i concerti di Ludovico Einaudi e Colapesce e Dimartino (entrambi con inizio alle 14) ai Laghi di Fusine, per l’occasione raggiungibili soltanto a piedi e in bici, sono ancora acquistabili su Ticketone.it e nei punti vendita autorizzati.

Video del giorno

Pellegrini e Montano, campioni che smettono. Lo psicologo dello sport: "Persone, non solo atleti"

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi