Attrazioni impossibili L’esordio letterario tra mistero e amore

Emma Baleno è lo pseudonimo di una novella scrittrice friulana alla sua opera prima. Scritta a quattro mani con il suo collega di penna “+1”, Attrazione impossibile (Youcanprint) accomuna il mistero della sua eroina del libro, alla sua persona. Poco si conosce di lei, tranne che è una libera, orgogliosa, intelligente donna del suo tempo e della sua terra. Attuale e moderna nel suo scrivere, è punzecchiante e cinica nel descrivere l’universo femminile e critica quanto basta per quello maschile. Potrà diventare una icona delle generazioni di mezzo con il suo stile elegante ed intrigante.

Se dobbiamo parlare di “+1”, possiamo dire solamente che è un appassionato di letteratura benché faccia un altro lavoro. Il fatto che non si riveli è una esigenza professionale ed umana e non possiamo farci nulla se non immaginarlo come immaginario è il personaggio maschile descritto a quattro mani con la sua collega di penna Emma Baleno. Si tratta di uno scrittore novello, eclettico, spregiudicato, moderno, forse poco avvezzo alle regole di una scrittura classica, ma sicuramente una bella promessa della quale ci riserviamo di vedere gli sviluppi futuri.


In un’Italia attraversata dal contagio Covid-19, una bella ed eclettica donna in carriera, lavora e vive la sua esistenza in maniera brillante ed articolata, ma ha un cruccio: un uomo impossibile. Un uomo che ha conosciuto e di cui si è innamorata. Lui, però è sposato e nonostante condivida questa relazione molto spinta e sessualmente attraente, insieme vivono esperienze di vita che impediscono ad entrambi di ritrovarsi e di consumare anche un minimo di contatto fisico.

Tra una serie di umoristici due di picche, vicende vissute, verità su fatti storici, sparatorie e thriller finale, il racconto di quasi un anno di vita coinvolge il lettore sul mistero che ha creato questi personaggi. Un racconto erotico di altissimo livello, tra passaggi di raffinata femminilità ed intensa mascolinità con un linguaggio che gioca con le parole, anche di nuovo conio e le usa per stimolare gli affreschi descrittivi di inusuale bellezza. È un crescendo di emozioni, di colpi di scena nei quali la rincorsa di quest’uomo sfida la malasorte e il destino, ma si deve arrendere di fronte alle profonde esigenze dell’animo umano e il bisogno primordiale di non essere soli. —

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

I soldati ucraini sbagliano a usare il mortaio

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi