Il video con De Angelis girato in Val Pesarina

Il cantautore romano ha scelto il Friuli per la clip di un brano «Suggestionato da luoghi splendidi, atmosfere e persone»



Un’atmosfera suggestiva, una valle dall’aria sincera e una natura che ancora domina e detta i tempi: non è un caso se la Val Pesarina è stata scelta per l’ambientazione del video “Biancaneve farà un po’ tardi”, ultima fatica del cantautore Edoardo De Angelis. «Quando mi è stata affidata la direzione artistica del Festival Frattempi, poco o nulla conoscevo di questa Valle. Successivamente, visitando i luoghi, respirando le atmosfere, incontrando la gente, il cuore è rimasto così fortemente suggestionato, che il suo battere ha assunto il tempo magico, essenziale, che prende ogni persona che porti nella Valle occhi per guardare e cuore per sentire».


Così il cantautore romano ci descrive la sua incredibile esperienza in Friuli. Un Friuli che lo ha accolto e gli ha regalato una delle sue facce migliori. «Continueremo a lavorare per individuare nel mondo dell’arte, della musica, del teatro, delle immagini, della parola, artisti ed eventi che possano misurare il loro “tempo” con quello della Valle». L’esperienza del video è arrivata al termine della seconda edizione del Festival Frattempi, Festival di Arte e Artigianato che si è svolto in Val Pesarina. Il festival, organizzato dall’Associazione Culturale CulturArti in collaborazione con il Comune di Prato Carnico, si è tenuto dal 2 agosto al 15 ottobre. Come per la precedente edizione, la direzione artistica è stata firmata da Edoardo De Angelis. “Biancaneve farà un po’tardi” è il final cut visivo di Frattempi: tutte le sensazioni, gli incontri e le musiche del festival sono state riassorbite nell’emozione e nella essenzialità musicale di questo clip girato dal regista friulano Stefano Giacomuzzi. Nel video, ambientato interamente nei boschi e negli altipiani della Val Pesarina, oltre alla voce e alla chitarra di De Angelis, anche Alessandro Leita con un clavicembalo costruito con legnami del luogo nel locale atelier dei Fratelli Leita, e la chitarra solista di Alberto Laruccia.

Un videoclip, ma anche un videoracconto in musica: un modo per salutare la poesia, il ritorno alla natura, la voglia di condividere quel magico silenzio che ha spazio dentro ognuno di noi. “Biancaneve farà un po’ tardi”, è anche il brano che chiude l’ultimo album di Edoardo De Angelis dal titolo “Io volevo sognare più forte” (Il Cantautore Necessario/Egea Music 2021).

«La speranza che muove questo festival è che, attraverso il nostro lavoro, gli artisti ospiti, il pubblico, ogni persona che sarà raggiunta dalla comunicazione, possano conoscere questa straordinaria Valle». —



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Stefano, vita da crossdresser: "Sono padre, marito, eterosessuale e mi vesto da donna"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi