Il binomia arte e impresa di scena a Spilimbergo con la mostra CreAttivo#2



Arte, didattica e impresa: punti fondamentali di una nuova visione culturale fuori dai soliti schemi. Si parte da un divano realizzato come un gigantesco fiore circondato dai suoni della natura in un prato immaginario che si lega come per “meraviglia”, alle produzioni aziendali e alla creatività dei giovani ricordando a tutti l’impegno per l’ambiente. A realizzare questo percorso, l’articolato work in progress di CreAttivo #2, che ha coinvolto le aziende Legnolandia, Gervasoni, Very Wood e la Scuola Mosaicisti del Friuli quali eccellenze del Friuli-Venezia Giulia e sarà inaugurato a Palazzo Tadea di Spilimbergo, sabato 15 gennaio alle 11.


Nelle sale del piano nobile, la mostra si sviluppa come un ponte fra il patrimonio culturale e i settori del manifatturiero. Ideato e diretto da Sabrina Zannier, CreAttivo #2 è prodotto dall’Associazione culturale Maravee – nell’ambito della plurale progettualità di Maravee Projects. L’esposizione presenta cinquanta fotografie e un video dei processi produttivi nelle aziende e alla Scuola spilimberghese, arredi di design con tracce musive, per restituire l’intero processo di una concreta messa in scena della vita sociale alimentata da un rigenerante verde respiro. Nel corso dell’inaugurazione (su prenotazione alla mail: info@maraveeprojects.com) si terranno le premiazioni degli artisti Amos Carcano, Iris Picco, Jonas Paul Giubbini e Laura Seravalli, meritevoli vincitori del Concorso musivo per aver raccolto ed elaborato in forme innovative il concept del progetto tenendo conto della sostenibilità nelle logiche della produzione industriale.

«L’anima di questo progetto – spiega Sabrina Zannier – è un filo verdeggiante che intreccia il dialogo creativo fra arte, didattica, impresa e territorio. Per versarsi nella concreta produzione di complementi d’arredo e scenari che concorrono alla transizione ecologica facendo leva sulla necessità di interiorizzare nell’immaginario collettivo la salvaguardia della natura al fianco della cultura. Cosa si deve aspettare il visitatore? Un viaggio all’incontrario, rispetto a ciò che normalmente ci aspettiamo dall’arte. Perché CreAttivo #2 ribalta la visionarietà in realtà quotidiana, nella speranza di suggerire la via di un progresso socioculturale sostenibile, quindi il miglioramento della condizione umana” .

Il percorso espositivo è visitabile fino al 13 febbraio dal lunedì al venerdì 10.30-12.30 , sabato e domenica anche 15-19. —



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Tennis, l'esilio dorato di Djokovic nella sua Belgrado

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi