In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
aspettando dedica

Spie, attentati e amori nel misterioso Oriente

Collavino racconta un viaggio di Michelangelo a Istanbul «Enard narra una storia credibile sul piano storico»

MARIO BRANDOLIN
2 minuti di lettura



Primo appuntamento con “Aspettando Dedica 2022” , quest’anno focalizzata sullo scrittore Mathias Enard, oggi, 8 febbraio a Sacile nella Chiesa di San Gregorio alle 20.45. L’attore e regista friulano Andrea Collavino sarà protagonista assieme al duo L’Aquilegia, Teodora Tommasi (soprano, arpa rinascimentale) e Federico Rossignoli (liuto, cetera), di una lettura scenica tratta da uno dei romanzi più belli di Enard, “Parlami di battaglie, di re e di elefanti”, un’avvincente fiction storica al cui centro c’è il nostro grande Michelangelo in una mission quasi impossible in quel di Costantinopoli nell’anno di grazia 1506.

Ma lasciamo la parola a Collavino, che abbiamo raggiunto ancora in tournée con uno spettacolo su Ruzante a fianco di Natalino Balasso.

Di che battaglie, di quali re e di quali o quanti elefanti trattasi?

«Le battaglie i re e gli elefanti rimangono sullo sfondo, evocati per lo più. Si tratta invece del viaggio immaginario di Michelangelo a Istanbul, chiamato dal sultano Bayazid a progettare e realizzare un ponte sul Corno d’oro laddove aveva fallito un altro grande italiano, Leonardo. Tutto questo su una ricerca storica di Enard che, studiando del fallimento di Leonardo, immagina la chiamata a Michelangelo. Il tutto in un contesto storico in cui ci sono delle lotte tra oriente e occidente, ma anche delle relazioni commerciali molto fitte».

E poi che succede?

«Michelangelo, in grande disaccordo con il papà Giulio II sia sulla tomba che doveva costruirgli sia sulla cupola Di San Pietro, accetta. E in questa fuga verso Oriente scopre però che le modalità di ingaggio degli artisti sono le stesse, è deluso, ma nel frattempo si trova a relazionarsi con un Oriente molto misterioso e sopratutto con una danzatrice che potrebbe anche essere un danzatore di cui subisce il fascino ambiguo, forse innamorandosi, sicuramente ammaliato. Stabilendo con questa creatura misteriosa un gioco talmente pericoloso, dove ci sono dentro spie e spioni, tanto che alla fine rimane vittima anche di un attentato, fallito, salvato da un amico poeta a sua volta preso segretamente d’amore per lui».

Il fascino di questo libro?

«Sta nella capacità di Enard di raccontare l’Oriente in una maniera non ostile, senza pregiudizi o schemi prefigurati. Cioè le grandi amicizie che si sono intrattenute tra i viaggiatori europei e gli orientali, un mondo più connesso di quanto siamo soliti immaginare. In più riesce a essere credibile nella ricostruzione storica attraverso una narrazione di finzione. Appassionante da questo punto di vista».

La lettura scenica come è strutturata, quali parti del romanzo predilige?

«Ho cercato di agire su due piani. Uno è quello del progetto del ponte, e come si evolve e come il suo autore si relaziona al gran visir e al sultano. E poi il rapporto con questa figura androgina che riguarda più l’intimità di Michelangelo: in sintesi l’aspetto del suo lavoro e quello dei suoi sentimenti, del suo interiore sentire».

Dopo Sacile lo spettacolo sarà replicata al Centro Polifunzionale di Latisana il 24 febbraio e il 27 febbraio all’Auditorium dell’ex centrale idroelettrica di Montereale Valcellina. —



I commenti dei lettori