Dopo il no di Avianoi profughi resteranno in Friuli

«Alla fine di agosto i 117 rifugiati politici ora ospitati ad Aviano saranno trasferiti in un’altra struttura dell’Efa. Dove lo deciderà venerdì il consiglio di amministrazione della fondazione». Punto e basta? Nemmeno per sogno. Don Luigi Fabbro, presidente dell’Ente friulano di assistenza, non vuole archiviare, con la scelta della nuova sede per i profughi, i cinque giorni di polemiche.
Leggi la lettera degli 11 preti

Patate ripiene di pomodori secchi e ricotta

Casa di Vita