Alto Friuli, 2.000in cassa integrazione

Sono oltre duemila i lavoratori dell’Alto Friuli interessati dalle casse integrazioni ordinarie richieste dalle aziende per rallentare le produzioni e far fronte così alla crisi del mercato che all’alba del nuovo anno non sembra aver fatto alcun passo indietro. Ma la crisi è generale e colpisce l’intero territorio friulano, a cominciare dalla Bassa, dove oltre il polo chimico (con la vertenza Caffaro) ci sono anche altri settori in difficoltà.

Patate ripiene di pomodori secchi e ricotta

Casa di Vita