Atroce beffa al malato di Sla:arriva il computer, non la linea

Quel computer, per lui, poteva diventare una sorta di finestra sul mondo dal letto nel quale è condannato Renzo Ursella, 69 anni, da otto inchiodato al letto da una malattia terribile come la Sclerosi laterale amiotrofica (Sla). Ma quel costosissimo computer, atteso da anni, non può funzionare appieno senza una linea Adsl che nella zona di Faedis non c’è. Una vera e propria atroce beffa per Ursella che però non intende darsi per vinto.

Seppie al forno con mandorle ed erbe aromatiche

Casa di Vita