Condanna confermata per Pirina: ha diffamato alcuni partigiani

Nessuna prova è stata fornita dagli autori del libro “Genocidio”, Marco Pirina e la moglie Anna Maria D’Antonio, sul coinvolgimento di partigiani nella deportazione e nella scomparsa nelle foibe di civili italiani. Lo sottolinea la Cassazione, confermando la condanna a carico dei due

Zuppa di zucca, farro e fagioli neri

Casa di Vita