Carburante scontato Fvg: da oggi il nuovo sistema

Regione divisa in due aree: sconto maggiore in montagna e nelle zone di confine. Ieri presi d’assalto gli uffici delle Cciaa: molte tessere erano scadute.

UDINE. Da oggi entra in vigore, in Friuli Venezia Giulia, il nuovo regime di contributi per il carburante. Dopo l’eccezione dell’Unione europea, la vecchia norma in vigore dal 1997 va in soffitta ed è sostituita dalla nuova legge Asquini-Narduzzi. In pratica, spariscono le cinque fasce territoriali all’interno delle quali erano applicati i vecchi sconti e al loro posto arrivano due aree di contributo: una base e una a contributo maggiorato che interessa oltre metà della popolazione (648.780 cittadini residenti) e 140 Comuni del Friuli Venezia Giulia (vedi tabella) in cui, da oggi, lo sconto sarà di 21 centesimi il litro per la benzina e 14 per il gasolio. Per i residenti in tutti gli altri Comuni della regione, lo sconto sarà, invece, di 14 cent per la benzina e 9 per il gasolio. Ma non è tutto: accanto al contributo, a dar man forte al cittadino, arrivano novità sul fronte tecnologico con le applicazioni per smartphone. La Regione ha dato incarico ad Insiel di predisporre un’applicazione in grado di segnalare all’automobilista il miglior prezzo nell’arco di 20 chilometri, oltre ai migliori prezzi in assoluto su tutto il territorio regionale. L’applicazione sarà pronta a giorni.

Ieri, intanto, in molti hanno preso di mira gli uffici delle Camere di Commercio regionali. A Udine oltre 300 persone si sono “precipitate” a riattivare le tessere carburanti scadute negli ultimi mesi. Lo stesso a Trieste, Gorizia e Pordenone. Gli automobilisti vogliono essere pronti a cogliere le possibilità offerte dai nuovi sconti; sconti che potrebbero essere aumentati ancora: il tetto previsto dalla nuova legge, infatti, è quello dei 27 cent per la benzina e 20 per il gasolio, ma naturalmente è legato anche alle disponibilità finanziarie della Regione.

A esprimere soddisfazione per il traguardo raggiunto e per aver difeso il contributo sul carburante è il consigliere regionale, presidente del Gruppo Misto, Roberto Asquini, firmatario della nuova legge insieme al collega Danilo Narduzzi (Leha Nord). «L’obiettivo che ci siamo posti da sempre – commenta Asquini – è quello di offrire un aiuto alle famiglie e di far capire come l’offerta nella nostra regione anche per i carburanti possa essere davvero competitiva. Ora non ci accontentiamo di avere rilanciato il sistema di contributi, ma vogliamo offrire ancora qualcosa di più. Spero che i cittadini fruiscano appieno di queste novità e utilizzino anche i nuovi supporti elettronici per trovare il prezzo migliore. In Friuli Venezia Giulia ci sono tanti impianti che hanno un prezzo veramente conveniente».

Quanto ai contributi, va anche detto che aumenta di 5 centesimi il litro per le auto “ibride”, quelle che hanno un motore elettrico abbinato a quello a benzina o gasolio, perché la nuova legge vuole incentivare il minore inquinamento ambientale possibile, pur considerando indispensabile l’uso dell’automobile e quindi incentivandolo. «L’Amministrazione regionale ha fatto un lavoro e sforzi enormi contro tutti e tutto per farci riavere uno sconto carburanti apprezzabile in un momento tra l’altro non facile – conclude il consigliere leghista, Federico Razzini –. Ora i cittadini della provincia di Gorizia facciano la loro parte e sostengano l’economia regionale senza stare a guardare il centesimo».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi