Sequals si tiene stretto il trofeo Carnera

L’evento in programma il 7 luglio. Affidata nuovamente alla promoter Conti Cavini l’organizzazione dei match di pugilato

SEQUALS. Sembra essere arrivata a una svolta definitiva la contesa sul trofeo Carnera: Sequals ospiterà la ventisettesima edizione dell’evento intitolato al “Gigante Buono” con una manifestazione in calendario per il 7 luglio e che vedrà anche la disputa di un match con in palio un titolo intercontinentale.

La kermesse sarà organizzata nel paese del mito del pugilato dalla promoter grossetana Rosanna Conti Cavini, nome già noto a Sequals in quanto la sua agenzia pugilistica era stata incaricata di curare gli incontri durante l’amministrazione Piuzzo (dal 2006 al 2009). E’ stata, così, confermata quella che sino a qualche giorno fa era soltanto un’ipotesi, ovvero poter organizzare la manifestazione anche quest’anno, incontri compresi, a Sequals, come da tradizione.

Il programma non è ancora stabilito nei dettagli, ma Somsi e Comune sono già al lavoro per definire i primi contatti presi con la scuderia Cavini che, da parte sua, ha promesso uno spettacolo di alto livello, capace di dare alla manifestazione una rilevanza extraterritoriale. «Torniamo con grande entusiasmo a Sequals – hanno fatto sapere – dove soltanto pochi anni fa abbiamo organizzato grandi manifestazioni con grandi protagonisti».

E per l’occasione la Cavini presenterà come match-clou il campionato intercontinentale dei pesi superpiuma versione Ibf, con protagonista principale Antonio De Vitis, già detentore di ben quattro cinture italiane e internazionali e che il 25 febbraio scorso ha disputato il campionato europeo contro Fegatilli. Confermata, inoltre, la tradizionale assegnazione del trofeo Primo Carnera con il quale sarà premiato il miglior pugile della serata.

«Siamo sempre stati certi che la scelta giusta per il nostro paese fosse mantenere l’organizzazione degli incontri di boxe, cuore e anima del trofeo Carnera, nel contesto storico in cui la manifestazione è nata, cioè Sequals – hanno commentato i vertici della Società operaia –. Per questo ci siamo adoperati, anche dal punto di vista logistico, per realizzare un evento di elevato livello proprio qui, nel paese del “Gigante Buono”, affidandoci alla promoter Rosanna Conti Cavini, che già in passato aveva portato a Sequals atleti di grosso calibro».

Un’organizzazione che sta riscuotendo l’appoggio di molti: «Questo è stato possibile grazie al supporto determinante del commissario Claudio Colussi e dei due gruppi di minoranza capeggiati da Francesca Piuzzo e Gianpiero Brarasin – hanno spiegato i dirigenti Somsi – e del contributo fondamentale della Regione e della Provincia di Pordenone che vogliamo ringraziare. Sarà uno spettacolo degno del nome del nostro trofeo e della memoria del nostro campione», hanno aggiunto, ricordando che, visti i tempi ridotti, per il successo della manifestazione sarà importante fare squadra.

«Siamo consapevoli che il tempo per organizzare al meglio il tutto è poco – hanno concluso – e per questo ringraziamo sin d’ora tutti i volontari che siamo certi, come ogni anno, si prodigheranno per la buona riuscita dell’evento».

Nei prossimi giorni saranno comunicati il nome l’atleta che sfiderà De Vitis e il ricco sottoclou al quale sta lavorando il matchmaker Umberto Cavini, nonché quale sarà, tra Rai Sport e Sport Italia, l’emittente televisiva che seguirà in diretta l’evento.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Omicidio a Foggia, quattro colpi di fucile e la vittima non ha scampo: in 10 secondi il killer uccide e scappa

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi