Aprilia Marittima: è l’ora “x” per i dragaggi

Venerdì la tavola rotonda che potrebbe risultare decisiva per risolvere il problema dei canali

LATISANA. La protesta di Aprilia Marittima va avanti e diventa informazione: è stata convocata per venerdì, lo stesso giorno in cui dovrebbe essere depositato in Regione il progetto di intervento ai canali lagunari, una tavola rotonda alla quale saranno chiamati a sedere, da un lato i massimi esperti regionali in tema di ambiente e dragaggi e dall’altro gli attori della laguna, pescatori e operatori turistici della località di Aprilia Marittima, per capire cosa ancora impedisca di procedere con gli interventi di dragaggio.

Ma la Laguna è inquinata o no? E se non lo è, come pare sia stato ampiamente dimostrato nelle ultime settimane, anche dal vertice di esperti convocato direttamente dalla Procura della Repubblica, con che tempistica si può intervenire per dragarne i canali?

Sono questa alcune delle domande alle quali cercheranno di rispondere gli esperti convocati per venerdì pomeriggio alle 15.30 nella sede dei cantieri di Aprilia, dai gestori delle darsene di Aprilia Marittima, Punta Gabbiani, Capo Nord e Centrale e dal Circolo Nautico, per partecipare a un convegno pubblico, al quale parteciperanno numerosi anche gli operatori della località che rischiano di perdere il lavoro se entro poche settimane non si procederà con lo scavo del canale Coron. Venerdì si discuterà della fattibilità e delle tempistiche delle opere di dragaggio dei canali lagunari e del canale Coron in particolare, per ripristinarne la navigabilità e delle soluzioni possibili per il conferimento in mare o comunque in ambito lagunare, in zone dedicate a ciò, dei materiali di dragaggio che saranno prelevati con i lavori di scavo. 

A spiegare un tanto agli operatori di Aprilia Marittima, ai pescatori della Cooperativa San Vito di Marano e ai sindaci di Latisana, Salvatore Benigno e Marano Lagunare, Mario Cepile, alcuni docenti universitari, specialisti in biologia, geologia e tematiche ambientali e l’avvocato Federico Peres che fornirà una lettura in chiave legale di quanto sta accadendo o meglio non sta accadendo, dal momento che la Regione ancora non ha attivato la procedura per consentire, in tempi decisamente rapidi, il dragaggio del canale Coron.

Al convegno saranno presenti anche Fulvio Daris, direttore dell’Arpa, fra gli esperti convocati in Procura per stabilire che la Laguna non è inquinata, Giovanni Petris della direzione regionale dell’ambiente e commissario ad acta di recente nomina e Roberto Schack della direzione regionale ai trasporti.

Paola Mauro

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi