Convegno sulla navigabilità

Sotto i riflettori i problemi della pesca e dello sviluppo turistico

MARANO LAGUNARE. Si parlerà anche delle normative vigenti in materia di gestione dei sedimenti dragati, con riferimento alla loro qualifica come rifiuto o non rifiuto, di mercurio nel convegno che si terrà oggi, alle 15.30, in Pescaria Vecja a Marano Lagunare sul tema “Una navigabilità della laguna, per rispondere alle istanze del mondo della pesca, del turismo, delle tante imprese che da essa dipendono”.

L’avvocato Federico Peres, in particolare, analizzerà le diverse disposizioni normative e regolamentari, le esclusioni previste dalla legge, il coordinamento con le operazioni di bonifica eventualmente in corso e i casi in cui il materiale può essere riutilizzato quale sottoprodotto. Marta Plazzotta, chimico, tratterà invece il tema “Mercurio, valori di riferimento e aspetti operativi”, mentre l’ingegner Mario Causero illustrerà la proposta di progetto preliminare realizzata per conto dell’Ati formata da tre imprese della zona, che ha come obiettivo la «manutenzione in efficienza della Litoranea Veneta e dei canali lagunari di accesso ai porti ed alle darsene turistiche, nei Comuni di Marano Lagunare e Grado, mediante una continuativa attività di dragaggio con riutilizzo dei sedimenti asportati per la ricostruzione delle barene erose, in regime di concessione ai sensi del comma 19 dell’articolo 153 del decreto legislativo 163/06».

L’appuntamento, organizzato da Assonautica, sarà aperto da Denis Puntin, presidente dell’Associazione nautica udinese - che esercita a livello provinciale tutte le attività necessarie allo sviluppo della nautica da diporto,(f.a.)

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi