In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Cordoglio a Udine per la morte di Bianca Marini Solari

Honsell: un faro per tutti noi. Schiratti: se il Friuli è uscito dalla crisi del dopoguerra lo dobbiamo anche a lei

1 minuto di lettura

UDINE. Ha provocato vasto cordoglio la notizia della scomparsa di Bianca Marini Solari, mecenate ed eroina, moglie dell’imprenditore e senatore Fermo Solari morta tre giorni fa nella sua abitazione all’età di 104 anni. Numerose le attestazioni di cordoglio giunte ieri da parte di quanti hanno voluto testimoniare l’autentico legame che Bianca Marini ha creato con la città e il solco tracciato dalla sua esistenza.

È stato il sindaco Furio Honsell con una nota, ieri a evidenziare come la scomparsa di Bianca Marini Solari rappresenti una perdita per l’intera comunità. «Udine perde una figura di straordinario spessore – ha ricordato Honsell – un vero e proprio simbolo del mecenatismo friulano e una paladina della libertà» ha aggiunto il sindaco esprimendo il cordoglio dell’intero consiglio comunale.

«Oltre a ricordare il suo impegno diretto nella guerra di Resistenza come staffetta partigiana e a fianco del marito, che fu vicecomandante generale del Corpo volontari della libertà – sottolinea il primo cittadino –, per molti anni è stata una grande benefattrice per la città di Udine, donando opere d’arte alla Galleria d’arte moderna e finanziando più volte l’acquisto di beni e attrezzature per la biblioteca comunale. Basti pensare che nella seconda metà degli anni Novanta i primi computer arrivarono alla Joppi grazie a un contributo di Bianca Solari. Persone come loro devono rappresentare un esempio e un faro per tutti noi» ha concluso Honsell.

E un contributo significativo arriva dalla coordinatrice regionale donne Idv, Paola Schiratti. «Ho conosciuto Bianca Marini Solari in occasione di una ricerca scolastica negli anni ’90 con gli studenti del Manzini di San Daniele sulla ditta di orologi Solari, fondata dai fratelli Fermo e Remigio, marito e cognato di Bianca – racconta la Schiratti –. L’azienda, che aveva investito in ricerca e in qualità fin dalla sua fondazione, era leader mondiale nella produzione di orologi e tabelloni a paletta e a cristalli liquidi. Ci parlò – ricorda la Schiratti – della sua infanzia, della profuganza dei friulani nella prima guerra mondiale, della vita sua e di Fermo durante la lotta partigiana, della ricostruzione e dei valori sui quali è stata fondata la ditta Solari. Un impegno economico e manageriale, ma anche sociale, di assistenza e sostegno. Prima di tutto ai e alle dipendenti con servizi e integrazioni economiche, borse di studio per i figli, assistenza nella vita quotidiana, come i bagni costruiti in fabbrica a uso delle famiglie, il servizio delle assistenti sociali. Ma anche a bambini e giovani di paesi poveri lontani con adozioni a distanza e borse di studio».

Se il Friuli è uscito dalla crisi del secondo dopoguerra, è il commento della Schiratti, lo dobbiamo anche alla iniziativa e alla cultura di Bianca.

I commenti dei lettori