Fuoco vicino alle case, pronto un piano

CHIUSAFORTE. Anche ieri mattina due canadair hanno continuato a scaricare l’acqua prelevata dal lago di Cavazzo sulla pineta che brucia sulle pendici del monte Jovet, appena al di sopra della...

CHIUSAFORTE. Anche ieri mattina due canadair hanno continuato a scaricare l’acqua prelevata dal lago di Cavazzo sulla pineta che brucia sulle pendici del monte Jovet, appena al di sopra della frazione di Patocco in val Raccolana. Nel pomeriggio, gli aerei anche perché la particolare conformazione della montagna impedisce loro la migliore efficienza, sono stati parcheggiati ai Ronchi dei Legionari, mentre hanno proseguito a scaricare l’acqua in maniera più precisa sulle fiamme due elicotteri della Protezione civile regionale che hanno operato fino a sera. Il fuoco alimentato anche da momenti di vento, sebbene sia costantemente sotto controllo, s’è allargato nella pineta fino ad avvicinarsi ancora di più al paesino di Patocco. «Le fiamme sono a circa 250 metri – aggiorna il sindaco Luigi Marcon –, ma al momento non ci sono ancora pericoli per le case. Comunque, è scattato lo stato di allerta e abbiamo prese le dovute precauzioni, coinvolgendo i vigili del fuoco e CarniAcque per farci trovare pronti nella malaugurata ipotesi ne fosse bisogno».

«Abbiamo stabilito – annuncia Marcon – in che punti collocare le vasche per la fornitura dell’acqua ai mezzi antincendio, ma sottolineo al momento non c’è motivo di preoccupazione. E ciò, grazie alla Protezione civile regionale che ha inviato i canadair e gli elicotteri, agli uomini della Forestale, ai vigili del fuoco e ai volontari della Protezione civile». Continua a impensierire l’incendio sullo Jovete, invece, negli altri casi, come sul monte Le Piche a Pietratagliata, la situazione si sta normalizzando.

Giancarlo Martina

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Omicidio a Foggia, quattro colpi di fucile e la vittima non ha scampo: in 10 secondi il killer uccide e scappa

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi