In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Chiusaforte e Pontebba lottano contro il fuoco - VIDEO

A Patocco (Chiusaforte) i villeggianti fatti sfollare. Nuovo fronte del fuoco a Pietratagliata (Pontebba): chiusa la ciclabile

2 minuti di lettura

CHIUSAFORTE. L’incendio boschivo continua a minacciare l’abitato del piccolo borgo alpino di Patocco in val Raccolana, che è stato fatto sfollare. E nel frattempo si è riaperto un altro fronte nella frazione pontebbana di Pietratagliata.

Le fiamme scese dal monte Jovet bruciando pini e sottobosco sono andate oltre il cimitero della frazione del comune di Chiusaforte e ieri pomeriggio erano a 30 metri dalle prime abitazioni. Mentre a est del borgo, verso Sella Nevea, le fiamme sono scese in fondovalle fino a Saletto.

Una situazione grave, che ha costretto i vigili del fuoco a realizzare immediatamente una linea di contro fuoco. Sono stati fatti bruciare sotto controllo erba e arbustri attorno alle case in modo da togliere di che alimentarsi all’incendio in arrivo. In conseguenza il 90% della trentina dei villeggianti presenti ha lasciato il paesino.

La situazione è precipitata nonostante il prodigarsi, fin dall'alba, delle squadre della Protezione civile di Chiusaforte, Moggio, Resia, Malborghetto e Pontebba, giunte a Patocco a dare man forte ai vigili del fuoco e agli uomini della Forestale. «Alle sette – spiega l’assessore Francesca Martina – sono ritornati in azione anche due canadair e i due elicotteri della Protezione civile che fanno un gran lavoro per rallentare l’espandersi delle fiamme; purtroppo si è messo contro anche un vento sfavorevole».

Il video sugli interventi sul monte Jovet in Val Raccolana

 

È una situazione che persiste dal 14 luglio e che allarma anche i turisti di Sella Nevea, come ha sottolineato lamentandosi con il giornale una villeggiante che sabato, a causa del troppo fumo, ha lasciato la località. Un cittadino di Chiusaforte Stelvio Pesamosca è convinto che se invece dei canadair e degli elicotteri della Protezione civile fosse stato impiegato l’elicottero con “proboscide” Erikson S-64F con una potenzialità di scarico di acqua sul fuoco di 10 mila litri, probabilmente, l’incendio si sarebbe potuto spegnerlo. Ma quegli elicotteri, in conseguenza ai tagli alle spese apportate, sono fermi a terra.

L’assessore Francesca Martina, interpellata in merito non vuole alimentare polemiche che ritiene fuori luogo e infruttuose. «In questi casi non bisogna dare rilevanza ai se e ai ma, ma agire. Ritengo, invece, doveroso rivolgere un sentito ringraziamento, a vigili del fuoco e forestali, alla Protezione civile regionale che ha inviato i mezzi antincendio, e, soprattutto ai nostri volontari della Protezione civile che stanno facendo un grande lavoro sopportando turni giornalieri di ben 13 ore».

Nel tardo pomeriggio i canadair e gli elicotteri sono intervenuti anche a rallentare l’avanzamento delle fiamme che hanno ripreso forza anche nei boschi sopra l’ex passaggio a livello di Pietratagliata. Come informa capo distretto della Protezione civile, Gianmarco Cappellaro, con la collaborazione dei carabinieri è stata chiusa la pista ciclabile in quanto il fuoco in vallone sovrastante era a circa 150 metri dalla statale.

I commenti dei lettori