In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Le fiamme non danno tregua nel Pordenonese e neppure la pioggia aiuterà

Da Andreis a Tramonti di Sotto i focolai sono sempre attivi. In azione gli elicotteri e un Canadair. Per la notte tra oggi e domani attesi i temporali: i fulmini potrebbero innescare altri fuochi

1 minuto di lettura

MANIAGO. Le fiamme da Tramonti di Sotto a Cimolais e Andreis resistono e sale la preoccupazione delle squadre antincendio impegnate da undici giorni nelle operazioni di spegnimento. Preoccupati, paradossalmente, perché le previsioni del tempo annunciano pioggia per le prossime ore.

Nella notte tra oggi e domani, stando alle previsioni, dovrebbe infatti arrivare la pioggia, ma questa potrebbe non soltanto non rivelarsi risolutrice, come già accaduto la scorsa settimana, ma addirittura aggravare il già preoccupante quadro. Le scariche di fulmini potrebbero, infatti, creare le condizioni per lo sviluppo di nuovi roghi.

Anche ieri sono state messe in campo operazioni senza sosta da parte di mezzi aerei, forestali e volontari della protezione civile su tutti e tre i fronti di fuoco, dallo Spilimberghese al Maniaghese. Tramonti di Sotto. Un elicottero della protezione civile regionale ha operato per tutta la giornata di ieri per domare le fiamme che stanno devastando il monte Agarial.

La situazione è sotto controllo, in quanto il rogo è stato circoscritto già nei giorni scorsi, ma il continuo alimentarsi delle fiamme non consente di decretare la fine dell’emergenza. Sul posto, gli uomini della guardia forestale di Maniago e Pinzano, che si occupano del coordinamento delle operazioni. Andreis.

Ancora fiamme anche sul monte Corta: nella mattinata di ieri sono entrati in azione un elicottero della protezione civile e il Sikorsky S-64 del dipartimento nazionale, che effettua il rifornimento idrico nel lago di Barcis. A ogni missione scarica novemila litri d’acqua sui focolai. Nel pomeriggio, invece, è intervenuto un Canadair.

A fornire un supporto logistico sono stati le guardie forestali e alcuni volontari della protezione civile. Cimolais. La situazione sul fronte di Pale Floriane, all’imbocco della Val Cimoliana, è sempre altalenante: anche ieri le fiamme non sono state domate, nonostante un elicottero abbia operato senza sosta.

Pure su questa emergenza è intervenuta una task-force di forestali. In regione. L’incendio divampato sul monte Pal Piccolo, a ridosso del confine tra Italia e Austria, è quello che preoccupa di meno i soccorritori.

Già sabato il rogo sembrava domato e pure ieri la situazione, che è stata costantemente monitorata, è parsa sotto controllo. Nelle prime ore della giornata odierna, la macchina dei soccorsi sarà di nuovo operativa.

Il programma è sempre lo stesso: si parte con la valutazione della situazione per poi stabilire dove inviare i mezzi aerei e coordinare le azioni dei volontari.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori