Tutta la Carnia piange Nives, la presidentessa della Velox

Farmacista di Paularo, la Romano aveva 76 anni: è stata la prima numero uno del Campionato Carnico. Con la sua dirigenza la squadra della Val d’Incarojo ha vinto due scudetti. Funerali lunedì alle 10.30

PAULARO. E’ scomparsa all’età di 76 anni la dottoressa Nives Romano farmacista di Paularo sin dal 1976 e prima presidentessa di una squadra di calcio del Campionato Carnico, ovvero la “sua” Velox con cui vinse due scudetti: nel 1978, con allenatore Vinicio Feruglio e, nel 2004,con in panca Ivano Gressani.

La sua passione per il calcio trova origine quando ancora bambina andava a vedere le partite con il babbo “Tite” (stimato falegname), tant’è che alla fine degli anni settanta decide di buttarsi anima e corpo nell’avventura gialloblù formando con dirigenti e giocatori una vera e propria famiglia dove la “dottoressa” non ha mai risparmiato tempo ed impegni personali incurante di critiche, elogi e luoghi più o meno comuni. Dopo un’Arta -Velox la Romano conosce Vinicio Feriglio (autore del decisivo gol con la casacca dei termali) a cui affidò la squadra e fu una inversione di tendenza in quanto la formazione della Val d’Incarojo aveva quale costante di avere in panchina allenatori locali.

Quella con Feruglio fu amicizia (calcistico-professionale) profonda che non vide mai litigi ma solo qualche discussione ma sempre costruttiva ed i risultati non tardarono ad arrivare tanto che nel 1978 arriva il primo scudetto frutto di 12 vittorie, 5 pareggi, 5 sconfitte con 35 reti fatte e 26 subite. Sotto la sua trentennale presidenza, ebbe il merito di rifondare il settore giovanile, pur dovendo coesistere con Milan Club e Trelli, ma per la “dottoressa” non è mai stato un problema in quanto la comunità ha sempre dimostrato che le tre realtà potevano benissimo coesistere nel rispetto dei ruoli.

Dopo la conquista del primo scudetto la squadra ha vissuto momenti altalenanti con cocenti retrocessioni ed altrettanto esaltanti promozioni sino al 2004 quando al termine del campionato, Velox e Campagnola terminarono a pari punti e quindi si è reso necessario uno spareggio per l’aggiudicazione del titolo che ebbe luogo domenica 24 ottobre al comunale di Villa Santina di fronte a più di 1500 spettatori. Vinse la Velox per 2-0 con la doppietta di Stefano Vidoni e queste furono le parole a fine partita di una emozionatissima e felicissima Nives Romano: “ Una sensazione fortissima verso una stagione che ha visto la mia squadra sempre al vertice della classifica e verso uno scudetto che tutta Paularo aspettava.

Ringrazio tutti i miei ragazzi per la gioia che hanno saputo regalarmi, mentre lo scudetto viene a compensare i sacrifici di tutta la società che mi onoro di presiedere”. Nel 1993 dalle mani dell’allora presidente nazionale della Figc Elio Giulivi, Nives Romano riceve la benemerenza dello sport. “E’ scomparsa una persona che ha dimostrato una grande generosità verso il prossimo ed in particolare verso i giocatori gialloblu che Lei definiva i “suoi ragazzi” tanto da considerali tutti “suoi” figli, poi - ricorda l’attuale presidente della Velox Bepi Screm – restano indimenticabili le gite da Lei organizzate ad ogni fine campionato”. I funerali avranno luogo lunedì mattina a Paularo alle 10.30.

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi