Ogm, la Regione al Tar contro Fidenato

La Giunta, su proposta della presidente Debora Serracchiani, ha deciso di costituirsi nel giudizio proposto al tribunale amministrativo regionale del Friuli Venezia Giulia dall’imprenditore agricolo e presidente di Futuragra

TRIESTE.  La Giunta regionale, su proposta della presidente Debora Serracchiani, ha deciso oggi di costituirsi nel giudizio contro la Regione proposto davanti al Tribunale amministrativo regionale (Tar) del Friuli Venezia Giulia dall’imprenditore agricolo Giorgio Fidenato in merito al divieto di coltivazione di mais Ogm.

Obiettivo della costituzione in giudizio è ottenere il rigetto del ricorso.

«La costituzione in giudizio - ha detto la presidente - è un atto di coerenza rispetto alla linea di politica agricola seguita sin dall’inizio da questa Amministrazione regionale. Abbiamo avuto il coraggio, prima fra le Regioni italiane, a vietare gli Ogm per puntare su un’agricoltura ambiziosa, che metta la tutela della qualità al primo posto».

Nel ricorso al Tar contro la Regione, presentato da Fidenato, si fa riferimento all’articolo 1 della legge 5 del 2014 con il quale si vieta per 12 mesi, fino all’approvazione definitiva delle norme di coesistenza, la coltivazione di mais Ogm e alle conseguenti ordinanze di rimozione delle coltivazioni.

Video del giorno

Tokyo2020, Draghi a Jacobs: "Non volevo disturbarti durante intervista, è colpa di Malagò"

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi