Tutta Montereale prega per Caterina

Le messe domenicali dedicate alla ragazza morta nell’incidente. La  famiglia in chiesa. L’abbraccio della comunità

MONTEREALE VALCELLINA. Nella chiesa parrocchiale di San Bartolomeo di Grizzo, la messa domenicale delle 11 è stata dedicata a Caterina Alzetta, scomparsa a vent’anni in un tragico incidente d’auto. Sul primo banco, con il papà Michele Alzetta, dirigente medico, responsabile del pronto soccorso Suemdi Venezia e la mamma Gabriella Rocco, insegnante di matematica alle medie di Maniago, c’erano i quattro fratelli di Caterina. La messa è stata celebrata dal padre salesiano Marino Furlan, assistito dal parroco di Grizzo don Giorgio Florean.

Nell’omelia, padre Furlan ha fatto riferimento alla giovinezza, momento dell’esistenza in cui maturano le scelte per la vita, soprattutto di ciò che si decide di essere e rappresentare. Tanti gli amici di Caterina che hanno partecipato alla funzione, anche suonando e cantando nel coro. Poco prima del momento della consacrazione, padre Furlan si è riferito a Caterina, chiedendo di accoglierla nelrRegno dei cieli. In conclusione del rito liturgico il parroco di Grizzo don Giogo ha espressamente dichiarato dal pulpito che la messa è stata dedicata a Caterina in segno di unità profonda con la famiglia Alzetta. Non solo fra i fedeli e nel borgo di Grizzo, ma in tutta la comunità di Montereale la scomparsa di Caterina ha provocato dolore e costernazione.

Studentessa universitaria al corso di laurea in fisioterapia nella sede di Conegliano, Caterina Alzetta era particolarmente attiva nel movimento giovanile di Comunione e liberazione, sia in provincia che nella sua parrocchia di Grizzo dove era cresciuta fin da bambina. Protagonista nei Grest, come nelle recite che si susseguivano in parrocchia durante l’ anno, Caterina era diventata animatrice per bambini e ragazzi, seguendo anche i chierichetti nella preparazione della liturgia domenicale.

Forti erano il suo impegno e la sua dedizione al Coro giovanile delle parrocchie di Grizzo e Malnisio. Oltre che ricordarla a Grizzo durante la Santa Messa domenicale, per Caterina in serata è stato recitato il rosario nella chiesa parrocchiale di Teor, comune originario della mamma Gabriella, unificato dall’inizio dell’anno con Rivignano. Le esequie di Caterina Alzetta, una volta ottenuta l’autorizzazione del magistrato (che dovrebbe arrivare oggi), saranno concelebrate da don Giorgio Florean, parroco di Malnisio e Grizzo e da don Renzo de Ros, parroco di Montereale, e vedranno la probabile partecipazione di altri parroci della diocesi.

Il ricordo di Caterina è infatti comune anche a don Lorenzo Camporese e don Alessandro Moro che, dopo aver svolto la propria opera pastorale a Grizzo, Malnisio e Montereale oggi sono parroci a Casarsa e Cordenons.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Stefano, vita da crossdresser: "Sono padre, marito, eterosessuale e mi vesto da donna"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi