In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Ideal Standard, la partita si gioca a Roma

Nessun incontro prima dell’appuntamento dell’11 settembre al ministero dello Sviluppo economico. Coop a quota 200 soci

1 minuto di lettura

Il futuro della cooperativa Ceramiche Idealscala, arrivata a quota 200 soci, sarà discusso nell’incontro di giovedì 11 settembre al ministero dello Sviluppo economico. In quell’occasione, Ideal Standard dovrà presentare pure il piano industriale che riguarda gli stabilimenti di Orcenico, Trichiana (Belluno) e Roccasecca (Frosinone). Nelle scorse settimane, i lavoratori-soci stavano valutando la possibilità di convocare una riunione per proseguire la trattativa con la multinazionale prima dell’appuntamento ministeriale, ma alla fine si è ritenuto opportuno discutere l’intera partita direttamente a Roma, assieme ad azienda, governo, segreterie delle organizzazioni sindacali territoriali e nazionali e Regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lazio e Lombardia.

I contatti tra rappresentanti della coop, istituzioni e forze sociali sono stati comunque costanti. La questione più delicata da affrontare riguarda le condizioni di favore su cui la multinazionale sarà disposta a trattare per agevolare l’attività della coop, ossia la messa a disposizione del sito produttivo di Orcenico, dei macchinari e marchi a prezzo agevolato.

«L’incontro al ministero sarà decisivo: contiamo di portare a casa un risultato positivo, con il sostegno delle istituzioni, che in questa partita dovranno fare la propria parte – ha dichiarato il presidente della cooperativa Gian Mario Petozzi –. La partenza della coop è subordinata alla trattativa con la proprietà: se quest’ultima non rispetterà gli accordi sottoscritti, siamo pronti a riprendere la “battaglia”, mettendo in campo nuove iniziative di protesta».

Secondo i rappresentanti della coop, il fatto che il progetto industriale che dovrebbe consentire il rilancio dell’attività del sito di Orcenico sia sostenuto da 200 addetti rappresenta un elemento importante (gli aderenti sono aumentati di altre 20 unità negli ultimi 10 giorni). «La costante crescita del numero di aderenti al progetto salva-azienda – ha ribadito Petozzi – testimonia la bontà di un piano che rappresenta una scommessa non soltanto sul nostro futuro, ma pure su quello del territorio».

Al di là dell’aumento dei soci, un altro dato positivo da registrare riguarda il continuo interessamento da parte di figure dirigenziali, provenienti anche da fuori regione, che si dicono pronte a fare parte della coop. «Riceviamo mail di manager del settore e di professionisti che si occupano della parte commerciale – ha fatto sapere Petozzi – che si propongono per operare assieme a noi. Per ora, stiamo rispondendo che teniamo in considerazione le candidature, ma per un riscontro diverso si dovrà attendere la concretizzazione del piano».

L’obiettivo dei lavoratori-soci è ripartire con la produzione entro la fine dell’anno.

Giulia Sacchi

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori