Fiera motori, calcio e Pordenone pedala La città fa il pienone

Viale Treviso, Galvani e Bottecchia saranno presi d’assalto E poi la maxi-tombola, Musae e i bersaglieri: tutto in 72 ore

Chi la chiama Pordenoia dovrà ricredersi, almeno per questo weekend. Saranno giorni di fuoco in città e in provincia, in un fine settimana in cui sono in programma eventi per tutti i gusti. Cultura, sport, musica, e chi più ne ha più ne metta. Chi non vorrà perdersi niente dovrà correre parecchio in giro per la città e non solo, e seguire una tabella di marcia serrata.

Si inizia oggi, con l’apertura di All Motor's Show, il salone dedicato ai motori, che farà rombare la Fiera fino a domenica sera.

Sempre oggi, alle 20.30, al via la rassegna Musae, con lo spettacolo teatrale “La storia del ruial” in piazza a Dardago, mentre alle 21 ci saranno concerti a Tramonti di Sotto, Vistorta di Sacile e nel palazzo della Provincia a Pordenone. Musae continuerà anche domani, e la giornata si aprirà con lo spettacolo “Sette paia di scarpe di ferro” alle 14.30 ad Andreis.

Domenica, invece, ci sarà veramente di tutto. L’evento di cartello è la Pordenone Pedala, arrivata alla 42ª edizione. Per l’evento, che coinvolgerà migliaia di persone, diverse le modifiche alla viabilità. Dalle 7 alle 9.30 saranno vietati il parcheggio e la circolazione, in tutta l'area intorno a piazza Risorgimento, e fino alle 13 non si potrà parcheggiare neanche in via Dante, via del Maglio e via Vallona. Durante la partenza, verso le 8.30 sarà sospeso il traffico per il passaggio del corteo in centro e poi in zona Cappuccini.

Dopo la pastasciutta al Galvani, gli sportivi potranno andare al Bottecchia e vedere la prima casalinga del Pordenone in Lega Pro, contro l’Union Venezia. Calcio d'inizio alle 14.30, con la città presumibilmente invasa anche dai numerosi tifosi avversari. Dopo il fischio finale, di corsa a Torre, dove alle 16.30 inizierà una visita guidata al Castello. Ancora domenica, a Fiume Veneto, ci sarà il raduno provinciale dei bersaglieri, con inizio alle 9.30, quando la fanfara sveglierà il paese.

Per i più inclini agli eventi di piazza e all’enogastronomia a Pordenone ci sarà la sagra alla Madonna delle Grazie, mentre a Frisanco e Poffabro ci sarà il consueto appuntamento con Paesi aperti, giunto alla 20ª edizione. E non è finita qui, perché lunedì sarà un giorno di festa a Pordenone. Ci sarà ancora la sagra alle Grazie, mentre in centro spazio alla tradizione.

Come ogni 8 settembre, dalle 17.15 in piazza del Municipio al via l’intrattenimento per la città con la conduzione dei Papu, che vedrà in scaletta il concerto della filarmonica, e poi la tombola organizzata dalla Società Operaia: al più fortunato, questa 72 ore di eventi porterà in dote 1.200 euro.

Daniele Boltin

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi