Pistorius condannato a 5 anni per omicidio colposo

L’atleta che si allenava anche in Friuli, tra Gemona e Lignano, era accusato di aver ucciso la fidanzata con quattro colpi di pistola

UDINE. Oscar Pistorius, l’altleta olimpico che si allenava in Friuli, tra Gemona e Lignano, è stato condannato a «una pena massima di cinque anni di prigione», come ha detto il giudice Thokozile Masipa nel leggere la sentenza per l'omicidio colposo di Reeva Steenkamp, la fidanzata, uccisa con quattro colpi di pistola attraverso la porta del bagno.

«Spero che questa sentenza permetterà alla famiglia (Steenkamp) di chiudere (questa fase) e di proseguire con la loro vita», ha detto il giudice prima di pronunciare la pena, aggiungendo di considerare la sentenza «equa e giusta sia nei confronti della società, sia dell'accusato».

Durante la lettura della sentenza il giudice ha sottolineato di aver preso in considerazione tutti gli elementi disponibili, la gravità del reato, ma anche la personalità e l'handicap dell'imputato: «Una pena non detentiva invierebbe un messaggio sbagliato alla società, ma allo stesso tempo una lunga pena detentiva non sarebbe appropriata», ha osservato il giudice.

Anche se il verdetto tiene in considerazione il fatto che l'accusa non è riuscita a provare l'intenzione di uccidere, il giudice ha detto di aver valutato la gravità dei fatti: Pistorius «sapeva che la toilette era in uno spazio ridotto e che non vi era alcun modo di scappare per la persona dietro la porta».

Video del giorno

L'abbraccio Muti-Mattarella, il Maestro regala al Presidente la sua bacchetta: "Lei dirige un Paese"

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi