In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

È morta la ragazza investita da un’auto

Gradisca: Valentina Pugliese, 24 anni, non ce l’ha fatta. Due settimane fa era stata travolta in pieno centro

2 minuti di lettura

GRADISCA. “Vale” è volata via. I suoi meravigliosi occhi verdi non si riapriranno più. A quindici giorni dal terribile investimento in pieno centro a Gradisca, Valentina Pugliese ha perso la sua battaglia per la vita.

In un letto d’ospedale ha lottato strenuamente per due interminabili settimane, lei sempre così piena di energia e di positività che riversava dolcemente sugli altri. Ma non ce l’ha fatta. Ha dovuto arrendersi a un destino atroce, crudele. Impossibile da comprendere.

La vita della barista gradiscana si è spezzata nel primo pomeriggio di ieri, ad appena 24 anni, in un letto del reparto di Terapia intensiva del nosocomio friulano.

Neppure il suo fisico giovane e forte ha potuto opporsi ai gravissimi traumi (in particolare quello cerebrale) causati, in quel maledetto e piovoso lunedì di novembre, dal violento impatto con la Panda del 33enne Massiliano Cesari, l’operaio marianese che si era inizialmente dato alla fuga salvo presentarsi alle forze dell’ordine la mattina dopo il sinistro.

Ora per l’uomo si apre lo scenario di un’accusa per omicidio colposo. Il quadro clinico di Valentina, che era stata sottoposta a un delicatissimo intervento alla testa già al suo arrivo all’ospedale del capoluogo friulano due settimane fa, è definitivamente precipitato nelle ultime ore.

Dopo qualche iniziale, seppure impercettibile segnale di miglioramento, la situazione ha iniziato ad aggravarsi fra sabato e domenica.

I sanitari avevano constatato il persistente peggioramento dell’attività cerebrale della ragazza, attività che domenica era divenuta faticosissima, pressochè inesistente. Tanto da diffondere in città e sui social network la falsa notizia che la giovane fosse già spirata proprio nella giornata di domenica.

Invece “Vale”, banconiera al bar Al Parco di via Carducci, ha tenuto duro ancora per due giorni, anche se i sanitari ormai non potevano più garantire alcuna illusione di una ripresa a papà Salvatore, luogotenente addetto alla segreteria del vicecomandante della Brigata di cavalleria “Pozzuolo del Friuli” di Gorizia, a mamma Vincenza e alla sorella maggiore Rossella.

A lungo hanno confidato in un miracolo. Una famiglia, oggi sopraffatta dal dolore, che nella cittadina della Fortezza tutti conoscono per coesione e genuinità e a cui in questi giorni di calvario la cittadinanza si è stretta con un’incredibile ondata di calore ed affetto. Confidando che “Vale” potesse uscire dal tunnel e a superare la crisi.

Nei giorni scorsi nella chiesa del Duomo dei santi Pietro e Paolo era stata organizzata una veglia di preghiera per la guarigione di Valentina. Quella stessa chiesa, che aveva faticato a contenere la folla di amici e concittadini, ospiterà le esequie della ragazza.

La data dei funerali deve comunque ancora essere fissata (le ipotesi più probabili sono venerdi o sabato) dal momento che si rende necessario il nullaosta della Procura della Repubblica, visti i nuovi scenari aperti dal decesso della sfortunata gradiscana.

Eppure Valentina in qualche modo potrebbe riuscire a sorridere con dolcezza persino alla morte. I familiari, infatti, hanno generosamente acconsentito all’espianto degli organi, disponibilità che come da prassi la commissione medica dell’ospedale di Udine ha valutato nella tarda serata di ieri, una volta trascorse alcune ore dal decesso.

Potrebbe essere l’ultimo, preziosissimo dono di una ragazza generosa ed entusiasta della vita, che Gradisca non potrà mai dimenticare.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori