In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Parmalat si “beve” Latterie friulane

Accordo operativo da gennaio, salvaguardato il marchio. Timori per l’occupazione alla Torvis

2 minuti di lettura

UDINE. Latterie Friulane entra in Parmalat dal primo gennaio 2015. Lo strumento è quello della cessione del ramo d’azienda, con il mantenimento di marchio e prodotti. L’ufficialità arriverà soltanto a ridosso del Natale, perché questo è il tempo delle consultazioni.

Ma l’accordo fra i due board è oramai cosa fatta. Bocche cucite da presidenza e parte sindacale, anche se alcuni lavoratori presenti ieri allo sciopero di Udine confermano che mercoledì è prevista un’assemblea in fabbrica.

All’ordine del giorno c’è “l’articolo 47”, e cioè l’iter da rispettare in caso di trasferimenti d’azienda. Insomma, pericolo scampato.

Dopo lo scandalo aflatossine e il mancato matrimonio con Granarolo, il nuovo cda è riuscito nell’intento di salvare l’azienda.

Da luglio la presidente Michela Del Piero guida il Consorzio insieme al friulano Massimiliano Dri, amministratore delegato classe 1971 - da 20 anni collabora con Del Piero - e al ligure Roberto De Simone, responsabile vendite, con un bagaglio pluridecennale nel settore dei beni di largo consumo.

Tutti e tre, insieme alle maestranze di Campoformido, hanno centrato quella che per lunghi tratti è sembrata quasi un’impresa impossibile: riabilitare il marchio. Perché lo scandalo aflatossine è costato in termini sì economici ma anche, e soprattutto, d’immagine.

La stima fatta a caldo toccava 3,8 milioni. Ma la conta è certamente salita. Fino a toccare il culmine dopo il voltafaccia di Granarolo, con lo spauracchio fallimento volontario. In questo caso a pesare è stato il danno di immagine. La multinazionale era già stata coinvolta nello scandalo “mozzarelle blu” e sentire parlare di altri problemi legati a possibili sofisticazioni alimentari ha letteralmente fatto volatilizzare i possibili acquirenti.

Poi è arrivato l’interessamento del colosso francese Lactalis che controlla Parmalat. La delegazione che ha testato in prima persona il prodotto friulano è rimasta molto colpita dalla qualità, in particolare di formaggi e yogurt. E, a differenza di quanto sarebbe successo con l’ingresso di Granarolo, ha deciso di lasciare tutto inalterato.

Medesime lavorazioni, medesimi macchinari e medesima procedura. Analizzati tutti i pro, potrebbe esserci anche qualche contro. Soprattutto per l’occupazione. Perché Parmalat è già presente in regione, a Torviscosa. Alla Torvis lavorano 30 addetti diretti e 35 indiretti, con una produzione perlopiù di latte fresco, panna e gelato (venduto nello storico “Bar Bianco”).

Torviscosa e Campoformido distano appena 30 chilometri l’una dell’altra. In questo caso la bilancia pende a favore del Consorzio Latterie perché ricco di macchinari all’avanguardia utili per la lavorazione di tutti i trasformati del latte. Ora però è presto per parlare di occupazione a largo raggio.

Anche perché recentemente Parmalat ha acquisito la vicina centrale del latte di Lubiana. Insomma, dietro alla cessione del ramo d’azienda di Campoformido potrebbe nascondersi tutto o niente. Quello che è certo, per il momento, è il salvataggio del polo produttivo friulano e dei posti di lavoro.

I commenti dei lettori