Chiude “Il quotidiano” tra le polemiche

Bloccata la diffusione dell’ultimo numero a causa di un editoriale. Proteste dei giornalisti

Quello di ieri doveva essere l’ultimo numero de “Il quotidiano del Friuli Venezia Giulia”, testata gratuita presente dal 2011, ma in realtà il giornale non è stato distribuito e il sito internet è stato disattivato. Niente ultimo numero quindi. Tutta colpa dell’editoriale scritto dal direttore Fabio Folisi. La proprietà, ritenendo che il testo potesse avere contenuti diffamatori, ha infatti preferito bloccarne la diffusione.

Una decisione che ha fatto infuriare i giornalisti (anche perché la società di distribuzione aveva spiegato che a causare il “blocco” era stato un problema alla rotativa), alcuni dei quali hanno criticato aspramente la «censura» decisa dall’editore. E sul web è immediatamente scattata una campagna per diffondere comunque il giornale e l’editoriale “incriminato”.

«Il Quotidiano del Fvg muore, quella di oggi è l’ultima pubblicazione», si leggeva in prima pagina. «Si impoverisce in maniera ulteriore il panorama dell’informazione del Fvg e della città di Udine in particolare», ha scritto il direttore della testata, Fabio Folisi. «L’editore Antonio Maria Bardelli ha valutato che il progetto non era commercialmente sostenibile», ha proseguito Folisi.

Il passaggio contestato è però quello in cui è stata criticata la gestione della pubblicità. Una critica interna alla struttura che l’editore non ha evidentemente apprezzato per i modi e per i contenuti.

I giornalisti invece non hanno apprezzato il cambio della password dei profili Facebook e Twitter del giornale e tanto meno il cambio della serrattura della sede da dove non hanno potuto recuperare effetti personali e strumenti di lavoro tanto che nel pomeriggio il direttore Folisi ha anche chiesto l’intervento della polizia che si è limitata a constatare come effettivamente i giornalisti non avessero più libero accesso alla redazione. Possibile quindi che sia terminata in anticipo anche la pubblicazione on line delle notizie che in un primo momento sarebbe dovuta proseguire ancora per una settimana.

Ma sempre nel suo editoriale Folisi ha assicurato che «Il Quotidiano Fvg risorgerà, quasi nella sua interezza, dalle proprie ceneri, o almeno ci proverà, perchè nasca una testata giornalistica nuova dal basso. Potremmo non farcela, ma non provarci sarebbe come lasciare incompiute le nostre vite professionali».

Dal canto suo anche la proprietà non ha escluso di riproporre in futuro un nuovo progetto editoriale di cui al momento non si conoscono però i contenuti. (c.r.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Marmolada, trovate altre vittime del crollo del ghiacciaio

Tataki di manzo marinato alla soia, misticanza, pesto “orientale” e lamponi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi