Alla Croce verde gasolio dalla Gdf

Deriva da sequestri fatti dalla Compagnia di San Giorgio. Il grazie di Modesti

CERVIGNANO. Con tre distinti provvedimenti, il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Udine, Roberto Venditti, ha disposto la confisca di diversi quantitativi di gasolio, sequestrati dalla Guardia di finanza della Compagnia di San Giorgio di Nogaro nel corso di diverse operazioni sul territorio finalizzate alla repressione dei reati di evasione dal pagamento dell’accisa sui prodotti energetici, ordinandone l’assegnazione a un ente privo di scopo di lucro. Il reparto della Gdf di San Giorgio ha ritenuto di individuare nella Croce verde Basso Friuli di Cervignano l’ente cui devolvere il prodotto in sequestro. L’assegnazione del gasolio è stata materialmente attuata attraverso l’introduzione nel serbatoio dei mezzi di soccorso e di trasporto della Croce verde di 210 litri di gasolio. «Penso sia confortante, per la collettività - afferma il presidente, avvocato Diego Modesti -, sapere che le cose oggetto di reato, che normalmente vengono distrutte, possano essere impiegate per portare aiuto al prossimo. Ringrazio il magistrato e il personale della Guardia di finanza, nella persona del comandante, tenente Pablo Leccese, che ha individuato nel nostro sodalizio l’ente meritevole di queste assegnazioni, che ci permetteranno di risparmiare sul carburante». I provvedimenti sono stati eseguiti attraverso tre distinte consegne agli automezzi della Croce verde nei mesi di giugno e di novembre.

Elisa Michellut

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Torino, gli agguati in metrò della baby gang del centro: presi in quattro fra i 15 e i 17 anni

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi