In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Ira grillina contro la giunta: «Troppi soldi alla Chiesa»

Nella Finanziaria stanziati 3 milioni per contributi fino alla totalità della spesa. «Invece di sostenere il recupero di Palmanova, preferiscono gli edifici di culto»

1 minuto di lettura

UDINE. Ampliare il seminario diocesano, fare un po’ di manutenzione dell’istituto religioso, ridipingere le pareti degli uffici e delle abitazioni dei ministri del Signore, dare persino una sistematina alle “pertinenze” come le cantine, i garage e i posti auto, i piccoli magazzini e le soffitte.

La giunta Serracchiani, con l’ultima Finanziaria - è l’analisi un po’ ironica - ha pensato bene di non far mancare un bel regalo di Natale alle istituzioni religiose del Friuli Venezia Giulia che sotto l’albero hanno trovato tanti contributi “una tantum” per restaurare gli edifici di culto. Si parla di una cifra che, se confermata nella legge di assestamento, dovrebbe aggirarsi complessivamente sui tre milioni di euro.

«Sono riusciti a fare peggio dell’anno scorso - attacca la capogruppo del Movimento 5 stelle in Consiglio regionale, Eleonora Frattolin -. Invece di azzerare oppure rivedere questa cifra, destinandola magari ai siti turistici a rischio abbandono come quelli di Aquileia e Palmanova o ai tanti cittadini in grave difficoltà a causa della crisi, si è voluto allargare al massimo i cordoni della borsa a tutto vantaggio di cardinali, vescovi, arcivescovi, abati e priori. Oltre che per mettere in sesto anche le cosiddette “pertinenze” dei prelati, che di pregiato non possono avere nulla - insiste la consigliera regionale -, la giunta Serracchiani ha deciso, infatti, di concedere questi contributi sino al cento per cento della spesa ammissibile. Una generosità che non è riscontrabile in nessun’altra regione italiana dotata di misure analoghe».

«Ma i doni natalizi non finiscono qui - aggiunge ancora la portavoce pentastellata -. La spesa ammissibile comprende, infatti, oltre al costo delle opere e dei lavori, l’eventuale prezzo di acquisto dell’area necessaria e degli edifici preesistenti da demolire o da sistemare, nonché una quota, per spese tecniche generali e di collaudo. E infine, ciliegina sulla torta, le domande di concessione dei contributi dovranno essere presentate, esclusivamente per il tramite delle competenti autorità religiose, che decideranno in autonomia quali lavori andranno finanziati e quali no».

«Anche in questo caso - sottolinea la consigliera Frattolin - va detto che siamo proprio speciali visto che nessuna regione italiana si spinge al punto di far passare tutte le domande attraverso il vaglio, ci auguriamo tecnicamente e moralmente obiettivo, dell’autorità religiosa. Insomma giunta e maggioranza regionali - conclude la consigliera M5S rimarcando ancora la sua verve ironica - hanno approvato la Finanziaria più devota della storia».

I commenti dei lettori