«Una difesa che non ha convinto nessuno»

Il consigliere Tanzi insiste: non ha mai detto perché ha mandato quell’sms, si deve dimettere