Blitz della Finanza al Club Sunshine: indagata la presidente

Perquisizioni in sede e nell’abitazione. Inchiesta della Procura sull’indebita percezione di contributi

PALMANOVA. Blitz della Guardia di finanza all’Associazione sportiva dilettantistica Club Sunshine di Palmanova. Gli uomini delle Fiamme gialle hanno effettuato una perquisizione delegata dalla Procura di Udine nella sede dell’associazione, nelle auto e nell’abitazione della rappresentante legale Teresa Simonutti Del Mestre, 71 anni di Trivignano Udinese. La Del Mestre, che è presidente dell’associazione, è indagata per le ipotesi di reato di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato e di appropriazione indebita.

Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Viviana Del Tedesco, sono partite da una serie di accertamenti condotti dall’Agenzia delle entrate, dall’Inps e dall’Inail e quindi dai militari della Guardia di Finanza, destinate ad accertare la reale natura dell’attività svolta dal Club Sunshine che, in qualità di associazione sportiva dilettantistica no profit, avrebbe ottenuto dalla Regione e dalla Provincia contributi per diverse centinaia di migliaia di euro.

Fondi, stando alle ipotesi accusatorie, che l’associazione avrebbe indebitamente percepito visto che, sempre in base alle ipotesi di reato formulate dalla Procura, non avrebbe i requisiti per essere considerata un’associazione sportiva dilettantistica senza finalità di lucro, nè per beneficiare delle agevolazioni fiscali previste e dei contributi destinati alle associazioni no profit.

Fra i fondi regionali incassati dall’associazione ve ne sarebbe uno decennale da 42 mila euro annui erogati a partire dal 2005 che, nel dicembre scorso, gli uffici regionali avrebbero revocato. Fondi concessi per la costruzione della palestra edificata dall’associazione su un terreno di proprietà del figlio di Teresa Simonutti. Altri contributi sarebbero giunti anche da palazzo Belgrado per finanziare eventi e manifestazioni promossi dall’associazione.

Eppure, l’attività dell’associazione, stando agli esiti delle indagini della Guardia di Finanza, avrebbe prodotto utili che sarebbero stati redistribuiti fra i soci. Da qui l’accusa di appropriazione indebita nei confronti del patrimonio dell’associazione.

Le indagini sono alle battute iniziali, l’avvocato Vincenzo Cinque, che assieme al collega Paolo Marinig rappresenta Teresa Simonutti Del Mestre, mantiene uno stretto riserbo sulla questione. «Allo stato attuale non ci sono sufficienti elementi di valutazione» spiega infatti l’avvocato Cinque, riservandosi di verificare gli esiti delle indagini.

Il Centro friulano amatori danza sportiva & ballo, fondato nel 1981, organizza corsi di ballo, hip hop, zumba, nuoto e acqua fitness. Ma é soprattutto con la danza orientale che il club ha guadagnato fama internazionale, grazie alla presenza della pluripremiata campionessa di danza del ventre Simona Minisini, storica insegnante nel club.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

No Vax, il dentista col braccio in silicone: "Una provocazione, mi sono vaccinato il giorno dopo"

Mousse alla nocciola e cioccolato, clementina e cardamomo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi