Il deputato Gigli si prepara al voto invocando l’aiuto dello Spirito Santo

Un post su FaceBook prima di partire per Roma: "Purtroppo manca allo Stato lo strumento delle Congregazioni Generali, che la Chiesa usa per delineare la figura e il mandato del nuovo Pontefice prima di entrare in Conclave"

UDINE. Ecco del deputato udinese Gian Luigi Gigli, pubblicato sul suo profilo FaceBook, in cui invita tutti alla preghiera e invoca lo Spirito Santo perchè illumini le scelte dei Grandi Elettori.

“Stamattina - dice Gigli - si riparte per Roma, dopo meno di 24 ore di sosta. Al ritorno avremo il nuovo presidente. Forse si farà presto e, se non ci si avvita, riusciremo anche ad archiviare il Patto del Nazareno.

Purtroppo manca allo Stato lo strumento delle Congregazioni Generali, che la Chiesa usa per delineare la figura e il mandato del nuovo Pontefice prima di entrare in Conclave. Manca anche il Veni Creator Spiritus che precede il Conclave.

Stamattina quindi, invito tutti a una preghiera allo Spirito perché illumini le nostre scelte per il bene dell'Italia”.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Juve-Roma, il labiale di Orsato: ''Sui rigori non si dà vantaggio, se poi li sbagliano non è colpa mia''

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi