In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Coppia riceve in dono 100 mila euro: ora è accusata di circonvenzione d’incapace

L’uomo ha spiegato al giudice di averli regalati per riconoscenza: i due gli erano stati vicini in un momento di difficoltà

2 minuti di lettura
(ansa)

VILLA SANTINA. Ha venduto la propria abitazione, ha regalato il ricavato a una coppia di amici e ha continuato a vivere di lavoretti saltuari. Soddisfatto della propria azione e orgoglioso di essere stato scelto quale padrino della loro bambina. Troppo strano per essere vero, secondo la Procura di Udine che, sul caso, ha avviato un’inchiesta.

L’ipotesi è che Monica Braidic, 26 anni, rom, e suo marito Shwan A Hamah Rasheed, 25, di nazionalità irachena, residenti a Buia, abbiano approfittato dello stato di infermità o di deficienza psichica del loro benefattore, un 47enne domiciliato a Villa Santina, per indurlo a consegnare loro la bellezza di 100 mila euro. Da qui, l’accusa di concorso in circonvenzione d’incapace.

Il caso è approdato ieri in tribunale nella forma dell’incidente probatorio. Il pm Paola De Franceschi lo aveva chiesto, per assumere la testimonianza della presunta parte offesa e per eseguire su di lui una perizia psichiatrica volta ad accertare la sussistenza della condizione d’infermità o di deficienza, indispensabile per sostenere l’ipotesi di reato formulata.

L’accertamento si è svolto davanti al gip Emanuele Lazzàro e alla presenza del difensore degli indagati, avvocato Massimo Cescutti, e ha confermato la versione fornita dall’uomo fin dalle prime battute dell’indagine, per spiegare il proprio gesto. «Ho donato quei soldi, dopo avere riflettuto sulla mia vita – ha detto –. La Braidic e suo marito mi avevano dimostrato vicinanza e conforto alcuni anni fa, dopo la morte di mia madre, e mi avevano anche prestato del denaro (5 mila euro, ndr) in un particolare momento di difficoltà economica».

L’assegno circolare, del valore di 100 mila euro, era stato consegnato alla donna il 29 aprile 2011. Erano state alcune verifiche della Guardia di finanza su una serie di trasferimenti di denaro in Iraq, con importi al limite della soglia in materia di antiriciclaggio, a mettere in moto la macchina investigativa. Da un “money transfer” di Udine, la coppia aveva inviato due tranche da 1.913,50 euro l’una ai parenti in Kurdistan.

Sentiti dai militari, moglie e marito avevano raccontato della donazione e spiegato di avere pensato di adoperare una parte della somma, per rendersi a loro volta utili alla famiglia di lui. «Quando è riuscito a chiudere l’operazione di vendita della propria abitazione – aveva ricordato l’iracheno –, il nostro amico ha pensato di regalarci 100 mila euro, a seguito anche della promessa di poter tenere a battesimo nostra figlia. Siamo stati fortunati – aveva aggiunto – e quindi volevamo aiutare i miei, visto che dal 1999 non avevo mai potuto mandare soldi in Iraq».

I tre si erano conosciuti nel 2003, quando l’uomo - che si arrangia lavorando qua e là come giardiniere e imbianchino - aveva cominciato a recarsi nel ristorante-pizzeria che la coppia gestiva in Carnia. Diventato cliente fisso del locale, si era avvicinato sempre di più a loro, consolidando l’amicizia e trovando sostegno anche affettivo nei momenti tristi. Ecco perchè, appena ne ha avuto la possibilità, non ha esitato a dimostrare loro la propria riconoscenza.

«A mia opinione – aveva detto ai finanzieri – dopo la nascita della bambina avevano avuto delle difficoltà. Mi sono sentito di dare loro quei soldi, senza subire alcuna pressione». Il giudice ha fissato nel 28 maggio la data di esecuzione della perizia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori