In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Aspiranti chef dello Stringher: la cucina non è uno show in tv

Bando ai programmi gastronomici, gli studenti dell’alberghiero puntano alla preparazione

di Giulia Zanello
2 minuti di lettura

UDINE. Il loro sogno è una carriera tra fornelli e piatti gourmet, ma a finire sotto le grinfie dei “tremendi” giudici Carlo Cracco, Joe Bastianich e Bruno Barbieri proprio non ci pensano.

Pochi “Masterchef”, dunque, tra i maturandi della sezione di enogastronomia dell’istituto alberghiero Stringher: a sentire i ragazzi appena usciti dalla prova orale degli esami di ieri, sembra che la tivù non rappresenti la scorciatoia giusta per arrivare al successo, ma piuttosto un canale che fa credere a tutti quanti, con quattro nozioni in tasca e un po’ di manualità, di poter diventare chef stellati.

Stare in cucina, invece, è un mestiere duro e faticoso, osservano Luca e Giovanni: «Ci vuole passione e sacrificio e invece quei programmi pilotati fanno passare l’idea che fare il cuoco sia semplice e che tutti quanti possono aprire un ristorante».

Altro che Gordon Ramsay e le sue “Cucine da incubo”: «Da noi non si scherza e bisogna sgobbare, far funzionare un locale non è un gioco come in tv», aggiunge Giovanni, che ha preparato la sua tesina sul rugby e l’alimentazione equilibrata degli atleti, abbinando così le sue due più grandi passioni.

E mentre il ragazzo ha già le idee chiare sul fatto di lasciare l’Italia per lavorare e farsi ambasciatore del buon cibo locale all’estero, l’amico Luca è ancora indeciso sul suo futuro e non sa se specializzarsi in una scuola d’alta cucina o andare alla scoperta della Cina e dell’America. Nemanja – per tutti Nema – ha 18 anni, è italiano ma i suoi genitori sono di origine bosniaca; fin da piccolo sognava di diventare un cuoco e il suo obiettivo è aprire un ristorante in Austria che “sposi” la tradizione dei sapori balcanici all’eleganza dei piatti giapponesi.

«La cucina - dice - è un’arte, che si esprime attraverso il cibo e in questo gli asiatici sono maestri». Anche Davide – aspirante barman – vorrebbe un locale tutto suo, ma senza troppe pretese e con lo scopo di far socializzare i giovani, attraverso cibo, giochi e cocktail.

«Assieme ad amici – racconta – lavoriamo al progetto di creare uno spazio in cui oltre al servizio bar mettiamo a disposizione giochi da tavolo e videogiochi, per far sì che anche gli appassionati dei videogames, invece di cristallizzarsi davanti al monitor del loro pc, trovino la motivazione per uscire e socializzare». Gli studenti della sezione dedicata ai dolci, invece, anzichè pasticciare con gli ingredienti e sfornare torte profumate preferiscono cambiare rotta e concentrarsi sulle proprietà nutrizionali degli alimenti: più di qualcuno proseguirà infatti gli studi in Scienze degli alimenti.

Come Niccolò, che prima però vuole prendersi un anno di riposo e fare qualche esperienza in attesa di diventare dietologo, e Mattia, amante della cucina molecolare, che intende abbinare lo studio degli alimenti alla passione per la pasticceria.

La sua compagna di classe Agnese s’iscriverà a ingegneria gestionale, mentre Erica proseguirà gli studi nel campo della formazione dei più piccoli. Del resto la mania Usa del cakedesign, tra muffin, cupcakes e torte ricoperte di pasta da zucchero è sbarcata anche in città ma, per Erica, «è tutta scenografia e poca salute: all’inizio pensavo la mia strada fosse questa, poi ho capito che preferivo fare altro».

Mode e programmi che secondo Mattia «fanno apparire solo bello ciò che buono non è, e non mostrano la cucina com’è nella realtà». Insomma, più che apparire, per i ragazzi conta ancora il “saper fare e inventare”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori