In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

«La prova costume? Si supera seguendo la dieta mediterranea»

Il dottor Grimaldi: «Importante consumare frutta e verdura e bere due litri di acqua al giorno». Per eliminare i chili di troppo si possono usare i legumi, le fibre favoriscono il senso di sazietà

2 minuti di lettura

UDINE. Orari sfasati rispetto al solito, aperitivi, pasti e cene fuori casa, meno attenzione alle regole alimentari. L’estate diventa uno dei periodi in cui si cede a qualche esagerazione e si va incontro all’overdose calorica. Le diete fai da te, quelle del privarsi di tutto o quasi per dimagrire ed essere pronti alla prova costume, si trasformano poi in un danno per il nostro corpo e il metabolismo.

Ecco allora che la dieta mediterranea, sana ed equilibrata, diventa fondamentale: frutta, verdura, tanta acqua, riso, carni magre, pesce, formaggi freschi e legumi sono un toccasana per il corpo e la mente, come spiega il dottor Franco Grimaldi, direttore Soc Endocrinologia e malattie del metabolismo - nutrizione clinica dell’Azienda ospedaliero-universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine .

«In estate è consigliabile mangiare alimenti facilmente digeribili – dice – poiché la digestione è più lenta. Aumenta anche il numero di ore in cui siamo esposti al sole e al caldo comportando un maggiore consumo di acqua, vitamine e sali - particolarmente importante il potassio - che devono essere reintrodotti».

Abbandonare completamente la pasta o le carni è un errore. Meglio equilibrare l’apporto di carboidrati e proteine, mentre risulta fondamentale bere tanta acqua, possibilmente due litri al giorno.

«È importante bere acqua, per l’aumento della traspirazione, ma è anche utile bere spremute di arancia, tè, tisane o centrifughe – avverte Grimaldi –. L’acqua e le bevande non devono essere troppo fredde, per evitare un grave rallentamento della digestione e possibilmente non gasate, poiché l’anidride carbonica può favorire una spiacevole sensazione di dilatazione dello stomaco».

I liquidi, associati a sali e vitamine, possono essere assorbiti anche con frutta e verdura. Insalata, pomodori, cetrioli, melone, anguria, pesche e uva non devono mai mancare sulle nostre tavole. Ma guai anche in questo caso a eccedere.

«L’organismo – spiega il direttore – può assorbire solo piccole quantità di vitamine per volta e perciò ogni giorno è bene consumare 2-3 porzioni di frutta e altrettante di verdura, mentre è sbagliato concentrarle in un’unica razione».

Bandita, invece, gran parte della frutta secca. E bere un paio di aperitivi, accompagnati dai salatini, equivale già a consumare un pasto.

Attenzione anche al sale, ne basta poco, purchè sia iodato. «L’apporto iodico è 150 microgrammi per una persona adulta, che aumenta a 250 quando una donna è in gravidanza». Nel segno della moderazione vanno assunti anche gli integratori. Il nostro corpo, infatti, ha bisogno degli ingredienti micronutrienti, in particolare vitamine C ed E che hanno un’azione antiossidante.

«Gli integratori salini – sottolinea il dottore – possono essere utili per chi svolge più di 2 ore di attività fisica consecutiva, ma, in questo caso, è meglio farsi consigliare da persone competenti». È consigliabile, invece, limitare o evitare pizze farcite, formaggi stagionati, burro, panna, gelati e dessert che causano aumento di peso e difficoltà digestive e, soprattutto, le carni rosse.

Un alimento ottimo per l’estate è il riso «perché – sottolinea Grimaldi – si combina molto bene, e forse meglio della pasta, con alimenti vegetali ricchi di fibre alimentari. Si combina bene anche con alimenti proteici quali tonno, sgombro, salmone affumicato, bresaola, pollo, tacchino, vitellino, per creare insalate monopiatto. Inoltre è facilmente digeribile ed esercita un’azione antifermentativa e antibatterica a livello dell’apparato gastroenterico. Anche un piatto di pasta e legumi può saltuariamente sostituire un alimento ricco in proteine, con il vantaggio che le fibre dei legumi favoriscono il senso di sazietà e quindi la perdita di peso che tutti desideriamo in estate».

Infine qualche trucco per mantenersi in forma: mai eliminare la colazione, evitare di abbuffarsi a cena, mangiare 5 volte al giorno «con gli spuntini delle 11 e delle 17» e fare una passeggiata dopo cena per smaltire le calorie in eccesso.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori