«Cerchiamo sinergie con altri atenei»

De Toni punta a salvare le lingue dell’est europeo con Trieste e Venezia