In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Malati come schiavi: la battaglia di “Jobel” nell’agenda europea

I volontari friulani a Bruxelles grazie a Isabella De Monte (Pd). «Così avranno a disposizione nuovi strumenti di intervento»

2 minuti di lettura

UDINE. La battaglia dell’associazione “Jobel” di San Vito al Torre che da anni si batte per liberare, nel cuore dell’Africa, i malati mentali trattati come veri e propri schiavi – legati a tronchi o radici degli alberi – entra nell’agenda del Parlamento di Bruxelles. L’eurodeputata e vice capodelegazione del Pd in Europa, Isabella De Monte, ha infatti organizzato nei giorni scorsi in Belgio un incontro con i rappresentanti dell’associazione.

Un appuntamento durante il quale era presente in prima persona anche il belinese Grégoire Ahongbonon, il “Basaglia nero” che da più di 30 anni libera – letteralmente – i “pazzi” dalle loro catene e che ha fondato in Costa d'Avorio la sua “Saint Camille de Lellis di Bouaké” cioè il primo degli undici centri di accoglienza sorti in diversi Paesi.

Grégorie ha esposto l’attività svolta in Africa per il recupero delle persone con disturbi mentali, che «spesso vivono in condizioni igienico-sanitarie drammatiche, incatenate anche per 35 anni a dei tronchi, nude, sole, rifiutate dalle loro comunità in cui il disagio mentale, ma anche una semplice epilessia, vengono viste come una malattia di matrice magico-religiosa».

All’incontro organizzato da De Monte erano presenti Antonio Panzeri, della sottocommissione Diritti umani, alcuni europarlamentari tra i quali la capodelegazione Pd Patrizia Toia, e i referenti degli uffici di rappresentanza delle Regioni Fvg, Veneto ed Emilia-Romagna. Insieme a Grégoire, don Paolo Luigi Zuttion, presidente di “Jobel” e lo psichiatra nel direttivo dell’associazione Marco Bertoli.

«Sono due le possibilità che si aprono dopo questo incontro – ha spiegato De Monte –. La prima porta alla partecipazione di Jobel e della sua attività nel programma delle prossime edizioni della “Settimana africana”, che si svolge a cadenza annuale. Ma, soprattutto, si apre alle chance di inserimento nella Relazione annuale sui diritti umani dell’Unione europea in un apposito capitolo, come sottolineato da Antonio Panzeri, visto che il tema del disagio mentale e del dramma che vivono queste persone è così forte che va conosciuto e comunicato, ma è rimasto nell’ombra troppo a lungo».

Una friulana, dunque, sta aiutando, concretamente, “Jobel”. «Un risultato, almeno, è certo – ha concluso De Monte –: “Jobel” è entrato nell’agenda del Parlamento.

È un passo importante per chi da anni, senza troppo clamore e con grande fatica, porta aiuto e speranza a centinaia di malati che vivono in condizioni disumane. Ora sono fiduciosa che avranno a disposizione nuovi strumenti per lavorare e sono orgogliosa di sostenere una simile battaglia di civiltà che parte dalla mia terra L’iniziativa di Bruxelles aveva come obiettivo proprio quello di diffondere l’opera di “Jobel” a livello nazionale e internazionale, e soprattutto di favorire l’inserimento della onlus all’interno dei canali istituzionali dedicati, a livello internazionale, al tema dei diritti umani».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori