Al San Giorgio per parlare di identità

Le categorie che codificano le identità, di specie, nazionalità, razza, sessuale sono un condizionamento forte per l’individuo, le sue scelte, i suoi orientamenti. Su questi temi è centrato uno...

Le categorie che codificano le identità, di specie, nazionalità, razza, sessuale sono un condizionamento forte per l’individuo, le sue scelte, i suoi orientamenti. Su questi temi è centrato uno spettacolo, intitolato “Mdlsx” e creato dalla compagnia riminese Motus per l’attrice Silvia Calderoni, in scena al teatro San Giorgio di Udine ieri sera e stasera alle 21.30, nell’ambito della stagione Teatro Contatto 34 del Css.

L’attualità delle questioni sollevate da questa potente performance teatrale, all’essere altro dai confini del corpo, dal colore della pelle, dalla territorialità forzata», è stata colta da Arcigay e Arcilesbica Friuli come una nuova occasione di approfondimento e di dialogo aperto alla cittadinanza.

“Intrsx: raccontiamo l’intersessualità” è un incontro in programma per oggi, sempre al Teatro San Giorgio alle 11 e alle 13, organizzato da Arcigay e Arcilesbica Friuli in collaborazione con il Css e la Commissione pari opportunità del Comune di Udine, con interventi di Elena Toffolo, psicologa esperta di intersessualità, Claudia Balsamo, Cinzia Del Torre, Alessandro Baldo, Nastassia Nardini. Modera l’incontro Federica Rizzi.

Video del giorno

L'indovinello con cui Elon Musk sceglie i suoi dipendenti

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi