Friulani incoronati primi tra 900 poeti in gara

Successo per la seconda liceo del Malignani di Udine e per Daria Masullo al Concorso internazionale di Poesia di Duino

UDINE. “Gesto e la genesi”, l'atto creativo e la forza della nascita, questo il tema della XII edizione del Concorso Internazionale di Poesia e Teatro Castello di Duino, uno dei più importanti premi letterari riservati ai giovani, patrocinato dall'Unesco, che valorizza i talenti internazionali e promuove la cultura della solidarietà.

Quest'anno, tra i 900 concorrenti provenienti da ogni angolo del globo, ha ricevuto il primo premio ex aequo con una scuola di Ferrara, nella sezione “progetti scuola”, la classe II C del Liceo scienze applicate dell'Isis Arturo Malignani di Udine, con “Microcreazioni quotidiane: ricreare il mondo attraverso i cinque sensi”, lavoro coordinato dalla docente Antonella Sbuelz.

La sezione ha visto quest'anno la partecipazione di una quarantina di scuole, tra cui molti istituti stranieri, dalle Filippine, alla Grecia, dalla Malesia al Montenegro.

Spicca anche nella categoria “Giovanissimi (Under 16)” la quindicenne udinese Daria Masullo (ndr. e siamo orgogliosi che sia parte della nostra redazione) con la sua poesia “Il mondo in uno sguardo. La creazione di un istante”.

I partecipanti, con età non superiore ai 30 anni, hanno composto versi e pièces teatrali che sono stati poi esaminati da una giuria speciale.

Infatti la peculiarità del concorso sta nella valutazione dei testi scritti in lingua originale e valutati da una commissione internazionale composta da poeti, critici, docenti di letterature comparate ed ex-vincitori.

Dai suoi esordi ad oggi il concorso ha coinvolto ben 12 mila poeti provenienti da 90 Paesi, dalla Cina alla Palestina, dal Botswana al Cile e fino alla Nuova Zelanda, oltre a moltissimi talenti italiani che ogni anno si aggiudicano molti riconoscimenti.

Alla triestina Giuliana Tumia, con “Dentro un cerchio c'è il sole” è stato dato il primo premio nella sezione “Teatro” e Angelica Barona di Sondrio ha conquistato il primo posto in una delle categorie più importanti, quella della“Poesia inedita”.

La Medaglia della Presidenza della Repubblica e pubblicazione, uno dei premi più ambiti, è stato assegnato alla poesia “Dead waters” del polacco Jakub Kozbial.

Tanti di questi giovani autori sono invitati a Trieste, città cosmopolita per storia e collocazione geografica, dal 15 al 20 marzo 2016 per partecipare ai numerosi incontri in calendario per la “Festa della letteratura e della poesia”: incontri, letture, workshop, concerti, spettacoli teatrali, esposizioni. Il 19 marzo seguirà la cerimonia di premiazione del concorso, ospitata ancora una volta negli spazi del Castello di Duino; parte dei premi in denaro (i vincitori si sono aggiudicati un premio di 500 euro) sarà devoluta dai vincitori a progetti umanitari nel loro Paese d'origine e il ricavato del libro che raccoglierà le migliori poesie andrà ad una fondazione per i bambini vittime di guerra.

Video del giorno

Juve-Roma, il labiale di Orsato: ''Sui rigori non si dà vantaggio, se poi li sbagliano non è colpa mia''

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi