Di corsa contro la violenza sulle donne

Oggi la campestre al parco delle Risorgive per anticipare la celebrazione dell’8 marzo

CODROIPO. Correranno per dire no alla violenza sulle donne. Festeggiando così la ricorrenza dell’8 marzo. Insieme, passo dopo passo, al parco delle Risorgive. L’obiettivo della Pink cross country è di sensibilizzare e informare.

L’obiettivo, soprattutto, è quello di sostenere il progetto anti-violenza realizzato dal Comune con l’Istituto di ricerca e sviluppo per la sicurezza di Udine. Per questo l’Asd Atletica 2000, con il Csi Udine, ha deciso di organizzare oggi, a due giorni dalla ricorrenza la campestre (in programma alle 9) alla quale hanno aderito già oltre 350 persone, delle quali oltre metà donne. Un progetto rivolto affinché chi è vittima di situazioni di disagio familiare e atti persecutori abbia la possibilità di ricevere informazioni e supporto, anche attraverso una puntuale informazione alla cittadinanza.

Codroipo da tempo si è dimostrata attenta a questo problema attraverso l’apertura di uno sportello informativo e d'ascolto in piazza Dante, l’attivazione di progetti nelle scuole, l’organizzazione di conferenze aperte a tutta la popolazione, la partecipazione al monitoraggio anonimo in materia di violenza di genere attraverso la compilazione di un questionario on-line.

«La campestre Pink cross country – spiegal’organizzatore della manifestazione Matteo Tonutti – diventa così un’occasione per sensibilizzare e informare il maggior numero di persone possibili del progetto contro violenze e stalking». Si correrà oggi per promuovere sul territorio una cultura contro la violenza di genere per prevenire forme di abusi e di maltrattamenti di tipo fisico e psicologico nei confronti di donne e minori e a individuare forme di abuso sommerso.

Nel capoluogo del Medio Friuli si festeggerà la festa della donna correndo. Informando, sensibilizzando sull’importanza del denunciare sempre. Non solo attraverso lo sport, però. L’8 marzo si festeggerà anche con una serata dedicata alla scrittura femminile. L’appuntamento, “Quello che le donne non scrivono”, si svolgerà martedì, alle 20.30, in compagnia di scrittrici, editrici, insegnanti, compositrici e cantanti friulane.

Un’occasione per parlare di letteratura e musica contemporanea. La giornalista Elisabetta Pozzetto modererà il dibattito con protagoniste le scrittrici friulane Daniela De Prato, Francesca Gregoricchio, Franca Mainardis Petris, leeditrici Alessandra Kersevan (KappaVu), Maura Pontoni (L’orto della cultura) e Norma Zamparo (Forum Editrice), l’insegnante e autrice di libri per l’infanzia Laura Nicoloso e la cantante Elsa Martin.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

I soldati ucraini sbagliano a usare il mortaio

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi