In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Il ritorno dei lacunari: “nascosti” dal 1976, ora saranno in mostra

Le opere di Pomponio Amalteo escono da un caveau di Gemona. Si potranno ammirare a villa Manin dal 23 aprile al 3 luglio

di Piero Cargnelutti
1 minuto di lettura

GEMONA. Dopo 40 anni i lacunari del Pomponio Amalteo potranno finalmente essere visti dal pubblico e per di più in una sede prestigiosa come villa Manin di Passariano.

La giunta comunale di Gemona ha deliberato il suo via libera per il prestito dei 36 lacunari del Pomponio Amalteo che fino al 1976 arricchivano il soffitto della chiesa di San Giovanni, crollata con il sisma e da allora non più ricostruita.

Per tutti questi anni, i 36 lacunari sopravvissuti alla catastrofe (su 42) sono stati conservati in un caveau in attesa di trovare una soluzione per la loro ricollocazione e ora, in occasione delle iniziative per il quarantennale del terremoto, il Comune si è reso disponibile per metterli a disposizione della direzione di villa Manin, affinché possano essere ammirati nei prossimi mesi insieme a tutte le bellezze del Friuli che la direzione di Passariano sta raccogliendo. In una sala dedicata saranno esposte anche le prime pagine del Messaggero Veneto del 1976.

I lacunari dell’Amalteo, un vero e proprio capolavoro realizzato intorno al 1530, saranno visibili a Villa Manin dal 23 aprile al 3 luglio: saranno sistemati all'interno di una struttura appositamente realizzata per far sì che possano essere osservati dal basso.

«Abbiamo subito dato la nostra disponibilità al prestito dell’opera - ha detto il sindaco Paolo Urbani - e ci auguriamo che la Regione, così come è intervenuta al meglio per valorizzare questa importante opera, possa mettere a disposizione la struttura realizzata a villa Manin per fare in modo che in futuro i lacunari possano essere sistemati nella nostra chiesa di Fossale così come d’accordo con la Sovrintendenza. In questo modo potrebbero finalmente essere riconsegnati alla comunità friulana».

Già nei mesi scorsi, l’amministrazione comunale aveva annunciato la volontà di posizionare l’opera dell’Amalteo nella chiesa di Madonna di Fossale in centro, dopo aver sentito anche la Sovrintendenza.

Certo è che la speranza rimane sempre quella che, dopo villa Manin, non tornino in una caveau: «Saranno posizionati – spiega Piero Colussi, sovrintendente a Passariano – nella sala centrale, in una struttura che prevede la loro affissione in alto, ma anche alcuni ai lati perché possano essere osservati più da vicino.

Sulla possibilità che quella struttura possa essere utilizzata a Gemona deciderà la Sovrintendenza, certo è che la soluzione migliore per questo che è uno dei più importanti patrimoni artistici del Friuli, sarebbe la ricostruzione del San Giovanni anche se sono conscio delle difficoltà. Speriamo che la mostra sia l’occasione per pensarci».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori