IL DOVERE DI RACCONTARE I FATTI E LA STORIA

L’Associazione nazionale partigiani è intervenuta nel corso del congresso sul tema della fossa comune di Rosazzo, dichiarando che il documento – fornitoci dal Comune di Premariacco – pubblicato ieri...

L’Associazione nazionale partigiani è intervenuta nel corso del congresso sul tema della fossa comune di Rosazzo, dichiarando che il documento – fornitoci dal Comune di Premariacco – pubblicato ieri «ha una sua legittimità, in quanto riporta la firma del sindaco e del segretario comunale. Ed è l’unica carta, finora, che ha un certo riscontro, tra tutte quelle che sono spuntate. Ma continuare a parlare di foiba è davvero fuori luogo». Documenti che senza il racconto del Messaggero Veneto di queste settimane probabilmente sarebbero rimasti negli archivi dove giacevano da settant’anni. Sappiamo bene che le ferite della storia generano polemiche e divisioni. Sappiamo che non tutti i personaggi che intervengono hanno la stessa levatura. Proprio per rispetto al valore di libertà e di democrazia, il giornale ha svolto il suo dovere: raccontare i fatti. Fatti che stanno portando alla luce nuovi elementi sia per il cronista sia anche per lo storico.

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi