In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Sono stanco di vivere in questa Europa

2 minuti di lettura

Non è vita questa. Sono stanco di vivere nel terrore. Nell’ansia.

Ero a Bruxelles pochi giorni fa. Ero lì. A dormire allo Sherathon di fronte l’aeroporto Zaventem. Ero in quelle hall. Ho preso il treno che collega l’aeroporto e la metro che passa alla stazione di Maelbeek. Ho guardato negli occhi quei soldati armati fino ai denti, chiusi dentro il loro giubbotto anti-proiettile, e aggrappati a quei fucili mitragliatore.

Scherzavano fra loro, forse per non pensare che potevano morire da un momento all’altro. Io, almeno, lo pensavo. Li guardavo e dicevo: siamo qui in balia del destino e di questi esaltati, pilotati da chissà chi. Non servono a nulla tutte queste precauzioni, non c’è speranza contro gente disposta a farsi saltare per aria.

Gente che ti cammina a fianco e che da un momento all’altro si trasforma in una bomba. E lo pensavo mentre cenavo in albergo, guardando dalla vetrata l’ingresso dello scalo. Vetrate mandata in mille pezzi.

Sono stanco di sentirmi dire: “continua a fare la tua vita come se nulla fosse. Non ti fermare: avrebbero vinto loro”. La mia vita è anche andare a Bruxelles. È camminare per una via del centro guardando vetrine piene di cioccolato, pensare al mio futuro, cercando di non dare importanza a quei mezzi blindati.

La mia vita, pochi giorni fa è stata bere un caffè a Maelbeek dove oggi ci sono decine di morti stesi a terra. Corpi dilaniati.

Sono stanco di vivere con il terrore e di ascoltare le solite inutili, retoriche parole dei politici. Quelle stesse che sentiremo di nuovo oggi, domani e nei prossimi giorni: belle e commosse frasi di cordoglio. Chissà, forse organizzeranno l’ennesima marcia contro la violenza.

Risparmiatecela. Voglio altro. Voglio vivere la mia vita, ma soprattutto non voglio morire così. Non voglio morire in una guerra che è soltanto di qualcuno; e non voglio che muoiano così i miei amici, i miei cari. I miei concittadini.

Sono stanco di vivere in un’Europa che ha fallito. Unita soltanto da interessi finanziari, ma abbandonata al proprio destino per tutte le altre politiche. Non funzionano i controlli; non funzionano i confini; non funzionano le politiche di integrazione. È troppo facile dare addosso all’Islam.

Il male non è l’Islam sono alcuni fanatici – ricordate l’equazione “italiani uguale mafia e pizza?” non siamo tutti mafia e pizza –, il male è chi c’è dietro. Chi fornisce le armi, chi fornisce l’esplosivo, chi fa in modo che riescano a organizzarsi senza che nessun servizio di intelligence riesca a intercettarli.

Un’Europa che avrebbe dovuto farci lavorare un giorno in meno e che, invece, ci ha tolto anche la possibilità di lamentarci, perchè ormai l’unica cosa che possiamo fare è “ringraziare di avere un lavoro”. Un’Unione che costringe persone di 64 anni a guidare un pullman la notte per campare.

Uno si è addormentato e sono morte tredici ragazze. Mia figlia e le sue amiche erano su un’altra corriera in quei momenti. Erano in Svizzera, anche loro per motivi di studio.

E io sono stufo di vivere pensando che la Svizzera non è a rischio attentati e che poco prima che partissero ci siamo assicurati che chi guidava il pullman fosse affidabile e avesse un cambio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori